J&J, ridotta da 8 mld a 6,8 mln di USd la sanzione per i side effects di Risperdal

J&J, ridotta da 8 mld a 6,8 mln di USd la sanzione per i side effects di Risperdal

Roma, 21 gennaio – Un giudice di Philadelphia ha ridotto a 6,8 milioni di dollari i danni punitivi che Johnson & Johnson deve pagare nella causa per il Risperdal, il farmaco antipsicotico a base di risperidone al centro di oltre 10.000 azioni legali soltantoo negli Stati Uniti.

Si tratta, secondo quanto riferisce un articolo del Wall Street Journal, di una decisa riduzione rispetto agli 8 miliardi inizialmente decisi da una giuria. Johnson & Johnson – che dovrà risarcire un uomo che ha usato il farmaco da bambino e si è ammalato di ginecomastia – ha accolto favorevolmente la decisione del giudice, parlando di “riduzione opportuna” della precedente sanzione, eccessivamente punitiva,  ma continuerà la sua battaglia legale contro la condanna, che ha accolto le tesi dell’accusa, secondo la quale J&J sarebbe stata consapevole dei rischi connessi all’uso di Risperdal senza però mettere adeguatamente in guardia medici e pazienti.

Del tutto opposto il convincimento dell’azienda, invece,  secondo la quale l’informazione fornita sul farmaco ha sempre evidenziato sia i benefici sia i rischi del farmaco.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn