Conasfa cambia ragione sociale e direttivo, Ballerini ancora presidente

Conasfa cambia ragione sociale e direttivo, Ballerini ancora presidente

Roma, 22 gennaio – Conasfa cambia il pelo ma non la mission: nel corso della sua ultima assemblea nazionale, tenutasi domenica 19 gennaio a Bologna alla presenza dei rappresentanti dei direttivi delle associazioni dei farmacisti non titolari che fanno parte della Federazione, è stato deliberato lo scioglimento del sodalizio rappresentativo nella sua storica configurazione e ratificata, al suo posto, la nascita di una nuova realtà di rappresentanza: Conasfa Associazione nazionale professionale farmacisti non titolari, alla quale potranno aderire tutti i farmacisti non titolari iscritti all’Ordine.
I lavori assembleari sono stati aperti  con la lettura dei messaggi augurali inviati dai presidenti di Fofi, Federfarma ed Enpaf, Andrea Mandelli, Marco Cossolo ed Emilio Croce, dai quali sono emerse suggestioni utili per l’attività futura di Conasfa e in linea con gli obiettivi che la rinata associazione persegue da anni: la lotta all’abusivismo professionale, che Conasfa chiede sia una priorità della Fofi;  l’obbligo di correlare il numero dei dipendenti delle farmacie al fatturato Ssn delle stesse, che Cossolo ha affermato di voler introdurre in sede di rinnovo della convenzione farmaceutica e infine  la tutela dei disoccupati da parte dell’ente previdenziale di categoria, già sostenuta dal presidente Croce con il passaggio della finestra di
disoccupazione da 5 a 7 anni, purtroppo ora decaduto.
Valutato lo “stato dell’arte” dell’attività di Conasfa, con il riconoscimento al Consiglio direttivo uscente del merito di aver fatto ottenere alla sigla il riconoscimento professionale davanti alle rappresentanze di categoria e alle istituzioni, l’assemblea si è concentrata sulle priorità che la nuova Conasfa dovrà affrontare in futuro per “traghettare” i farmacisti dipendenti verso un nuovo progetto di farmacia.

“L’attuazione della Farmacia dei servizi ci deve trovare pronti e collaborativi”  spiega un comunicato stampa dell’associazione, affermando che i due aggettivi indicano prerogative che sono da sempre dei collaboratori di farmacia, ai quali deve però essere riconosciuto “il loro instancabile impegno e l’alta professionalità sia in termini umani che economici”.
L’assemblea ha espresso il nuovo assetto del direttivo di Conasfa, che avrà ancora al vertice Silvera Ballerini (nella foto) come presidente, affiancata da Angela Noferi (vicepresidente), Marco Sorato (segretario), Heriberto Arrigoni (tesoriere) e Leonzio Carbone e Giuseppe Lavignani consiglieri. Rita Asero sarà la presidente del Collegio dei revisori dei conti, con Francesco D’Aversa e Silvia Rispoli componenti effettivi.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi