Salute, la Dgsaf entra nel Pharmaceutical inspection co-operation scheme

Salute, la Dgsaf entra nel Pharmaceutical inspection co-operation scheme

Roma, 29 gennaio – Dal 1° gennaio 2020, dopo tre anni di lavoro, che hanno visto gli Uffici 4 e 5 della Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari (Dgsaf) impegnati nell’adeguamento ai più elevati standard europei e mondiali relativamente al settore delle ispezioni alle officine farmaceutiche veterinarie e alle attività di controllo ad esse correlate, l’Italia, su richiesta del direttore generale della stessa Dgsaf Silvio Borrello, è entrata a far parte del Pharmaceutical inspection co-operation scheme (Pics), organizzazione internazionale che si occupa dell’armonizzazione a livello mondiale degli standard relativi alle ispezioni farmaceutiche (sia del settore umano sia di quello veterinario).

L’adesione della Dgsaf è stata sancita nella riunione del Comitato del PICs che si è svolta nel mese di novembre 2019 a Toyama (Giappone), alla quale ha partecipato anche la Dgsaf, che ha assunto il ruolo di 53a “autorità partecipante”.

L’adesione al PICs, infroma una nota pubblicata ieri sul sito del ministero, permetterà alla Dgsaf di partecipare attivamente alle iniziative regolatorie, scientifiche e di formazione di questo importante network internazionale e consentirà alle officine italiane di produzione di medicinali e sostanze farmacologicamente attive ad uso veterinario controllate dagli ispettori della Dgsaf di ottenere a livello mondiale un ulteriore riconoscimento della qualità delle proprie produzioni.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi