Federfarma Verona, assegnate le cariche, la presidenza va a Vecchioni

Federfarma Verona, assegnate le cariche, la presidenza va a Vecchioni

Roma, 6 marzo – Come ampiamente annunciato dopo la franca vittoria nelle elezioni dello scorso fine settimana per il rinnovo dei vertici professionali della lista Farmacia Futuro, di cui era la referente, sarà Elena Vecchioni (nella foto) la presidente di Federfarma Verona per il triennio 2020-2023.

Ad affiancarla, il vicepresidente Gianmarco Padovani, il segretario Matteo Vanzan, la tesoriera Martina Trittoni, la presidente del Comitato rurale Claudia Sabini e i consiglieri Marcello Bacchielli, Paola Fiocco, Stephane Giarolo,  Stefano Pacenti, Maria Daniela Vaccari  e Nadia Segala, che sarà la delegata all’interlocuzione con l’Aulss 9 Scaligera.
Le prime parole della neo-presidente sono state di ringraziamento al presidente e al direttivo uscenti “per il lavoro e il grande impegno profuso in
questi anni nell’interesse della categoria e della cittadinanza”. Vecchioni ha quindi dichiarato che, “in un’ottica di continuità di intenti, la nostra nuova squadra opererà con l’obiettivo di sostenere e valorizzare sempre più le farmacie che sono punti di indispensabile riferimento sul territorio per la salute pubblica e quindi per l’intera popolazione”.

La squadra di vertice del sindacato dei titolari scaligeri (che rappresenta 251 farmacie di Verona e provincia) è completata dai revisori dei conti effettivi Gaetano Martelletto (presidente), Edoardo Cotti e Donatella Santini e dai supplenti Antonietta TallaricoFrancesco Sartorari, e dal Collegio dei Probiviri composto dagli effettivi  Filippo Lora (presidente), Massimo Martari e Claudia Giovanna Alberti e dai supplenti Giovanni Zanoni e Francesca Bighignoli.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi