Covid 19, sindacati chiedono misure urgenti a tutela dei dipendenti Farmacap

Covid 19, sindacati chiedono misure urgenti a tutela dei dipendenti Farmacap

Roma, 9 marzo – Predisporre misure urgenti, per tutti i dipendenti, volte a salvaguardare la loro salute e quella degli utenti, in linea con le disposizioni in materia di contrasto alla diffusione del coronavirus contenute negli ultimi Dpcm  varati dal governo e le indicazioni fornite al riguardo dall’Ordine dei farmacisti.

Questa la richiesta che le rappresentanze sindacali dei dipendenti Farmacap, l’azienda speciale che gestisce le farmacie di Roma Capitale, hanno indirizzato nei giorni scorsi ai vertici aziendali. In dettaglio, venivano chiesti indicazioni specifiche sullo scaglionamento degli ingressi dell’utenza in farmacia, al fine del mantenimento della distanze di sicurezza, e chiarimenti se e qunado verranno fornti alle farmacie i gel disinfettanti da tenere (come da obbligo) a disposizione degli utenti e i prodotti spray per la dinfezione ambientale.

In una nota diffusa oggi, i sindacati comunicano però di non aver ancora ottenuto risposta alle loro sollecitazioni. Da qui la decisione, intanto, di aiutare i dipendenti a “fare da sè”,  rivolgendo loro il consiglio di valutare l’applicazione (nelle farmacie e negli sportelli sociali) di queste precauzioni: – scaglionare gli ingressi dell’utenza, facendoli entrare uno per volta o (laddove gli spazi lo consentano) due o tre per volta, in modo da consentire il mantenimento di una congrua distanza (almeno un metro); – in caso di criticità che rendessero impossibile lo scaglionamento, considerare la gestione del servizio a battenti chiusi; – sospendere immediatamente tutti i servizi sanitari accessori (misurazione pressione, holter, analisi valori glicemici eccetera); – sospendere immediatamente (o quantomeno modificare) le modalità operative per le consulenze psicologiche; – “ricordare” al commissario straordinario e al direttore generale, con apposita comunicazione via e-mail da parte di direttori e direttrici delle farmacie, i contenuti degli ultimi Dpcm in materia di prevenzione del contagio da Covid-19 e, infine, apporre all’esterno delle farmacie cartelli ben visibili al pubblico, informando delle misure di precauzione poste in essere (informando, in particolare, in ordine alla disciplina degli ingressi e alla sospensione dei servizi).

Nel corso della riunione della Commissione isitituzionale congiunta Bilancio-Politiche sociali, convocata per il prossimo 11 marzo, la rappresentanza sindacale aziendale FIlcams, Fisascat, Uiltucs, Usi tornerà a sottoporre alle istituzioni capitoline l’importante problematica, finora affrontata dall’azienda  “con lentezza e grave inadempienza”, come  già denunciato dalle stesse sigle sindacali qualche giorno fa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi