Covid-19, dall’Iss indicazioni a familiari e operatori sanitari su come assistere i pazienti a casa

Covid-19, dall’Iss indicazioni a familiari e operatori sanitari su come assistere i pazienti a casa

Roma, 11 marzo – Al via i Rapporti Tecnici dell’Istituto superiore di sanità che forniscono indicazioni agli operatori sanitari in fatto di prevenzione e controllo delle infezioni. Il primo di questi rapporti, che si aggiunge alle comunicazioni tecniche che l’Iss sta pubblicando per il pubblico, “Indicazioni ad interim per l’effettuazione dell’isolamento e della assistenza sanitaria domiciliare nell’attuale contesto Covid-19 (aggiornato al 7 marzo 2020)”, redatto dal gruppo Iss sulla prevenzione e il controllo delle infezioni nell’ambito dell’attuale epidemia da Sars-CoV-2, in collaborazione con la responsabile dell’Area prevenzione e controllo delle infezioni dell’Oms Benedetta Allegranzi (nella foto), è dedicato alla gestione dei soggetti affetti da Covid-19 che necessitano di isolamento domiciliare.

“La gestione dei soggetti affetti da Covid-19 con una forma clinica non grave che dovranno trascorrere il periodo della malattia in ambiente domiciliare è una priorità”  afferma Paolo D’Ancona, responsabile del gruppo. “È per questo che abbiamo deciso di fornire indicazioni nazionali sul comportamento che debbono tenere coloro che forniscono assistenza sanitaria ai malati in ambiente domiciliare basandoci sulle conoscenze scientifiche attuali e su indicazioni internazionali. Il documento è ad interim, quindi sarà aggiornato rapidamente, laddove necessario, in base alla situazione epidemiologica“.

La finalità di questa guida è duplice: fornire indicazioni chiare per gli operatori sanitari e per chi si prende cura di malati di Covid-19 e allo stesso tempo evitare casi secondari dovuti a trasmissione del virus.

“La gestione dell’isolamento e il monitoraggio domiciliare apportano grandi vantaggi alle persone sottoposte a tali misure di contenimento e al sistema sanitario” sostiene Allegranzi “consentendo ai primi di rimanere in un contesto familiare e al secondo di ridurre il carico e la pressione sulle strutture ospedaliere. Tuttavia, perché questo approccio sia efficace e sicuro, è fondamentale che i pazienti, i conviventi e chi presta le cure e l’attività di monitoraggio applichino scrupolosamente delle precauzioni specifiche in varie situazioni. Questo consentirà la prevenzione e il controllo dell’epidemia da Sars-CoV-2».

Il tema può essere approfondito scaricando il documento completo “Indicazioni ad interim per l’effettuazione dell’isolamento e della assistenza sanitaria domiciliare nell’attuale contesto COVID-19 (aggiornato al 7 marzo 2020)”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi