Mandelli al Governo: “Urgenti i Dpi per i farmacisti, a rischio l’accesso dei cittadini ai farmaci”

Mandelli al Governo: “Urgenti i Dpi per i farmacisti, a rischio l’accesso dei cittadini ai farmaci”

Roma, 25 marzo – Fornire con la massima urgenza a tutti i farmacisti operanti nelle farmacie, negli ospedali e nelle parafarmacie, nonché ai loro collaboratori, i dispositivi di protezione individuale idonei ad assicurare per la necessaria protezione dal rischio di contagio da Covid-19 durante il servizio.
Questa la richiesta che la Fofi è tornata ad avanzare ancora una volta al capo del Governo Giuseppe Conte, al ministro della Salute Roberto Speranza, al capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli e al commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri.
“La situazione ha da tempo superato il livello di guardia per le decine di migliaia di professionisti e di collaboratori che operano a diretto contatto con il pubblico ogni giorno senza una protezione adeguata”  afferma il presidente della federazione Andrea Mandelli (nella foto).  “Professionisti che, come i colleghi dell’ospedale, temono per sé, per le proprie famiglie e per tutte le persone con cui entrano in contatto ogni giorno. Non tutelare anche i farmacisti significa mettere a rischio la possibilità per i cittadini di poter continuare ad accedere ai farmaci di cui hanno bisogno come hanno potuto fare finora. La capillarità delle farmacie e degli esercizi di vicinato è altresì fondamentale per ridurre gli spostamenti inutili e, quindi, la stessa diffusione del contagio”.

“È venuto il momento”  conclude Mandelli “di prendere provvedimenti per salvaguardare questi presidi che si sono confermati, anche in questa occasione, un avamposto fondamentale del Servizio sanitario nazionale”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi