Sars-CoV-2, speranze da un antielmintico: in vitro distrugge la carica virale in 48 ore

Sars-CoV-2, speranze da un antielmintico: in vitro distrugge la carica virale in 48 ore

Roma, 6 aprile – Il condizionale è d’obbligo: secondo una notizia riportata dai giornali australiani The Canberra Times e Daily Mail e rilanciati da numerose testate e siti giornalistici italiani, dagli studi condotti in vitro da ricercatori del Biomedicine Discovery Institute (Bdi) della Monash University sarebbe emerso che un vecchio farmaco antielmintico, l’ivermectina, riesce a eliminare la carica virale del Sars-CoV-2 in appena 48 ore.

La ivermectina è un farmaco antiparassitario disponibile in tutto il mondo e riconosciuto dalla Fda, l’Agenzia del farmaco americana. “Una singola dose potrebbe eliminare tutto l’Rna virale entro 48 ore” sostengono i ricercatori. “Entro le prime 24 ore si nota una riduzione davvero significativa“.

Prima di lasciarsi andare all’ottimismo, però, è il caso di ricordare che dalla ricerca in laboratorio alla cura sulle persone il passo è ancora molto lungo: gli stessi ricercatori australiani ammettono che ci vorrà ancora del tempo per verificare l’efficacia del farmaco sulle persone, determinando quale sia la dose da somministrare che potrà rivelarsi efficace nell’uomo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi