Covid-19, continua il calo della crescita dei casi e dei ricoveri in terapia intensiva

Covid-19, continua il calo della crescita dei casi e dei ricoveri in terapia intensiva

Roma, 7 aprile – Notizie positive, pur nella loro drammaticità, dal bollettino sulla situazione dell’epidemia di Covid-19 illustrato ieri nell’ormai consueto rito del punto-stampa pomeridiano dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli (nella foto): si conferma infatti il trend in calo della crescita dei casi, che in totale hanno ormai  raggiunto il numero di 132.547, 3.599 in più rispetto al giorno precedente, mentre domenica l’aumento era stato di 4.316 nuovi casi e sabato di 4.805.

I pazienti attualmente positivi nel nostro Paese sono 93.187, 1.941 in più (contro l’aumento di 2.972 del giorno prima).  I decessi sono 16.523, + 636 rispetto al giorno precedente, quando l’aumento era stato di 525. I guariti sono cresciuti di 1.022 unità (contro l’incremento precedente di  818), portando il totale a 22.837.

Dei 93.187 pazienti positivi, ha sottolineato Borrelli, 28.976 sono ricoverati con sintomi, 3.898 sono in terapia intensiva (79 in meno rispetto a ieri) e 60.313 in isolamento domiciliare. I guariti e dimessi a ierii sono 22.837. “Voglio evidenziare che per il terzo giorno consecutivo il numero dei pazienti ricoverati nelle terapie intensive scende” ha sottolineato Borrelli,

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 28.469 in Lombardia, 13.051 in Emilia-Romagna, 10.545 in Piemonte, 9.722 in Veneto, 5.301 in Toscana, 3.706 nelle Marche, 3.300 nel Lazio, 3.117 in Liguria, 2.698 in Campania, 2.115 in Puglia, 1.815 in Sicilia, 1.838 nella Provincia autonoma di Trento, 1.396 in Friuli Venezia Giulia, 1.425 in Abruzzo, 1.260 nella Provincia autonoma di Bolzano, 872 in Umbria, 819 in Sardegna, 722 in Calabria, 567 in Valle d’Aosta, 262 in Basilicata e 187 in Molise.

Continua però a salire il numero dei morti per Covid-19 tra i professionisti della salute, quello dei medici è arrivato a 87:  alla lista dei decessi, secondo quanto reso noto dalla Fnomceoe, se ne sono infatti aggiunti altri otto nello scorso fine settimana.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi