Eurostat, Italia al sesto posto in Europa tra i Paesi dove si vive più in buona salute

Eurostat, Italia al sesto posto in Europa tra i Paesi dove si vive più in buona salute

Roma, 9 aprile – È la piccola Malta il Paese europeo dove gli abitanti vivono più a lungo in buona salute. Nel 2018, secondo i dati Eurostat, nell’isola del Mediterraneo l’aspettativa di vita in buona salute (che è cosa diversa dall’aspettativa di vita in generale) era di 73,4 anni per le donne e 71,9 anni per gli uomini. Svezia (72,0 anni) e Irlanda (70,4 anni) completano il podio per le donne. Per gli uomini, gli anni in buona salute sono di più per svedesi (73,7 anni), maltesi e irlandesi (68,4). La media Ue è 64,2 anni per le donne e 63,7 anni per gli uomini.

E l’Italia? Non si piazza male:  è al sesto posto tra i Paesi Ue per le donne e al quinto per gli uomini, con un’aspettativa di vita in buona salute rispettivamente di 66,9 anni e 66,8 anni, in entrambi i casi superiore alla media europea.

Complessivamente, il numero di anni di vita in buona salute è più elevato per le donne che per gli uomini in 19 degli Stati membri dell’Ue, con una differenza tra i generi non rlevante. Solo in cinque Paesi il gap supera i due anni: sono la Polonia (+3,8 anni), Bulgaria (+3,6), Lituania (+2,8), Lettonia (+2,7) ed Estonia (+2,3).

Per contro,  in sette Stati Paesi  dell’Unione, prevalentemente del Nord,  gli uomini se la “passano” meglio delle donne, quanto a vita in buona salute: i “vantaggi” più consistenti sono stati registrati nei Paesi Bassi (+3,9 anni), in Danimarca (+3,4) e in Finlandia (+3,1).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi