Aifa, Farmindustria e Assogenerici, insieme per garantire farmaci e ricerca contro Covid

Aifa, Farmindustria e Assogenerici, insieme per garantire farmaci e ricerca contro Covid

Roma, 17 aprile – Garantire accesso e continuità delle cure per tutti i pazienti che ne hanno bisogno, con l’ininterrotta produzione e distribuzione di tutti i farmaci, l’appropriatezza delle cure, l’intensificazione delle attività di ricerca e sperimentazione per le terapie e i vaccini. Questi gli obiettivi dell’impegno profuso da Aifa, Farmindustria e Assogenerici – che al riguardo hanno promosso  modalità di costante collaborazione, in questo momento di grande emergenza in Italia a causa dell’epidemia di  Covid-19.

L’agenzia regolatoria nazionale e le due sigle dei produttori di farmaci, in un comunicato diffuso ieri,  invitano a fare riferimento innanzitutto alle istituzioni e al Ssn per acquisire informazioni affidabili sulla malattia, ricordando che informazioni false o prive di fondamento scientifico reperibili online possono condurre a gravi conseguenze per la salute. “Controllare l’attendibilità delle fonti è indispensabile”, si legge nella nota.

Ma il cuore del comunicato è la rassicurazione che la produzione di farmaci in Italia “è straordinariamente flessibile e capace di rispondere alle esigenze di salute, grazie alla qualità del suo lavoro, internazionalmente riconosciuta”. Affermazione che viene accompagnata da considerazioni altrettanto rassicuranti sulla “eccellenza di gran parte degli ospedali del nostro Paese”, che  “consente elevati livelli qualitativi e quantitativi di studi clinici”, e sulla ricerca italiana, “leader indiscussa in molti ambiti della salute”.

Aifa, Farmindustria e Assogenerici ringraziano quindi in conclusione  “i medici e il personale sanitario in prima linea, le donne e gli uomini dell’Aifa e delle numerose imprese del farmaco e di tutta la filiera farmaceutica che assicurano la continuità operativa. Un ringraziamento particolare va alle aziende che hanno promosso attività compassionevoli e benefiche con le quali sostengono le difficoltà della comunità nazionale e delle comunità locali”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi