Coronavirus, un poster per evidenziare anche il ruolo importante delle parafarmacie

Coronavirus, un poster per evidenziare anche il ruolo importante delle parafarmacie

Roma, 27 aprile – Un poster per ribadire la vicinanza delle parafarmacie ai cittadini, ma anche per ringraziare tutti i farmacisti e questo indipendentemente da dove essi esercitino.
Questa l’iniziativa a firma del Movimento nazionale liberi farmacisti, della Confederazione unitaria delle libere parafarmacie Italiane, della Federazione farmacisti e disabilità Onulus e della Federazione nazionale parafarmacie italiane con il patrocinio della Fofi.
In tutte queste settimane le parafarmacie, riconosciute dalla Presidenza del Consiglio come servizio essenziale  e  quindi sempre aperte, hanno fatto ogni sforzo per rimanere vicino ai cittadini, cercando d’informare e risolvere tutte le problematiche legate al Covid-19, pagando inevitabilmente un prezzo pesante all’esposizione al rischio: molti sono stati i contagiati dal coronavirus, che ha prodotto anche due vittime tra i farmacisti che operano nelle parafarmacie.
“Al fianco della gente” è lo slogan principale del poster che sarà presente nelle vetrine di tutte le parafarmacie e diffuso via social media.
“Le parafarmacie in tutti questi giorni hanno svolto un lavoro silenzioso, ma efficace al fianco delle istituzioni, cercando di superare tutte le difficoltà legate sia al reperimento degli strumenti per difendere i colleghi e poi cercando di reperire quanto utile ai cittadini per proteggersi” si legge in un comunicato diffuso da Mnlf, “In alcune Rregioni, ove la sensibilità non ha confini corporativi, queste è stato possibile con grande giovamento per la popolazione, in altre si sta lavorando per far comprendere l’utilità di allargare al maggior numero di attori servizi come la distribuzione delle mascherine alla popolazione”.
I farmacisti delle parafarmacie affermano il loro orgoglio  per il lavoro fatto, pienamente consapevoli che “lo stesso è stato fatto dai colleghi che operano nelle farmacie, a dimostrazione del fatto che la categoria, al di là dei ‘campanilismi’ di appartenenza è forte nella propria professionalità e competenza e questo indipendentemente da dove si operi: il farmacista pur rischiando molto, è tra le figure centrali nella lotta al coronavirus”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi