Farmacap, riunione Commissione Pari opportunità su sicurezza in Farmacap, ma senza Rsa

Farmacap, riunione Commissione Pari opportunità su sicurezza in Farmacap, ma senza Rsa

Roma, 27 aprile – Si può convocare una riunione di una Commissione consiliare con all’ordine del giorno il tema Questione Rls Farmacap, Covid-19 e Farmacap con la presenza (telematica) dei soli consiglieri membri della commissione stessa, i dirigenti di Farmacap, i rappresentanti di un solo sindacato (Ugl, peraltro assente nelle Commissioni precedenti) e l’assenza delle rappresentanze sindacali aziendali?

Gemma Guerrini, presidente pentastellata della Commissione Pari opportunità (nella foto) ha ritenuto evidentemente di sì, non accogliendo l’invito delle stesse Rsa (che lamentano di essere stati invitati all’incontro fissato il 24 aprile solo alle ore 22,33 del giorno precedente, con un preavviso del tutto insufficiente, per dei lavoratori dipendenti quali sono, a organizzarsi per essere presenti.

Richiesta che, però, Guerrini ha ritenuto di non accogliere, decidendo di convocare e tenere ugualmente la riunione, a quel punto definita ironicamente da un comunicato stampa delle Rsa aziendali delle “DisPari opportunità”.

È l’ultimo atto di una sequenza di avvenimenti (dei quali il nostro giornale ha dato puntualmente conto nelle scorse settimane, da ultimo qui) che hanno visto la progressiva e sempre più insanabile lacerazione dei rapporti tra le organizzazioni sindacali dei dipendenti delle farmacie comunali capitoline e l’amministrazione, ormai accusata senza mezzi termini di “supportare la dirigenza aziendale, in un momento in cui  ne sono emersi, chiaramente, i gravi limiti e le inadeguatezze di gestione”.

“Valutiamo negativamente l’intervento fin qui prodotto dall’on. Guerrini nelle vicende Farmacap” scrivono le Rsa aziendali. “Ci saremmo aspettati almeno un trattamento ‘alla pari’, con un ascolto serio delle ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori, che ogni giorno erogano servizi pubblici, in condizioni di grande rischio e difficoltà organizzative”. Ascolto che, invece, la presidente della Commissione secondo i rappresentanti dei dipendenti Farmacap non ha voluto o potuto fin qui assicurare. L’auspicio è che, nella settimana che va dalla Festa della Liberazione a quella del Lavoro, “si inizino a ricercare seriamente soluzioni istituzionali per Farmacap, ben oltre le parole”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi