Mascherine e Dpi, una web app consente di verificarne la disponibilità in farmacia

Mascherine e Dpi, una web app consente di verificarne la disponibilità in farmacia

Roma, 13 maggio – Facilitare il reperimento di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale: difficile individuare un bisogno più al passo dei tempi di questo, in piena fase 2 e alla luce delle polemiche scoppiate in tutta Italia per la carenza di alcuni prodotti e i prezzi schizzati verso l’alto di altri. Ma è proprio questo l’obiettivo della web app trovamascherine.org, sito assolutamente friendly e intuitivo che offre agli utenti una mappa che indica gli esercizi aderenti all’iniziativa e i tipi e quantità di Dpi che sono in grado di mettere a disposizione. In altre parole, con pochi comodi clic dal computer di casa  si può conoscere la disponibilità di Dpi nella propria città, evitando lunghi giri di telefonate o, peggio ancora, uscite a vuoto alla ricerca di guanti e mascherine, ma anche gel disinfettanti e termoscanner che, a causa dell’elevata richiesta, non sempre è possibile reperire al primo tentativo nei punti vendita.

La web app, al momento, è attiva prevalentemente in Piemonte, ma il servizio punta a espandersi rapidamente: nuove farmacie che volessero aggiungersi possono farlo inviando nome e indirizzo a supporto@trovamascherine.org, per entrare nella rete. Una volta attivato il servizio, le farmacie iscritte  saranno chiamate ad aggiornare le proprie disponibilità di Dpi – “questione di meno di un minuto“, secondo i fondatori – attraverso un link inviato ogni giorno via mail. Il che, in tutta evidenza, significa solo una cosa:  il contributo quotidiano dei farmacisti è fondamentale per un adeguato funzionamento della piattaforma.

Il servizio è stato ideato da  tre giovani “cervelli in fuga” tra Inghilterra e Stati Uniti – gli astigiani Enrico Goitre (nella foto) e Giovanni Fassio e il bresciano Andrea Casasco – con il supporto tecnico di Luca Cioria, co-founder della software company milanese Buildo. L’obiettivo (ambizioso ma, date le caratteristiche del servizio e le particolari circostanze in atto nel Paese, non irraggiungibile)  è quello di garantire una sufficiente capillarità su tutto il territorio nazionale già a partire dalle prossime settimane. A comprovare il grande interesse e la potenziale utilità di un’iniziativa che, di fatto, altro non è che un’ulteriore espressione delle  capacità di servizio di farmacie e farmacisti, è il supporto ufficiale assicurato dalla Fofi, che – secondo quando rende noto  trovamascherine.org –  si impegnerà a suggerire agli iscritti di partecipare all’iniziativa.

Ad oggi sul sito sono presenti oltre 100 esercizi partner in Piemonte, più un’altra decina nel resto d’Italia. Le cifre, grazie anche agli ultimi sviluppi, sembrano però destinate ad aumentare molto in fretta e uno dei problemi è proprio la capacità del sito di reggere l’urto di uno sviluppo repentino e importante del traffico. Sul punto, però,  il co-founder Goitre spende parole rassicuranti in un’intervista al Corriere della Sera“Impossibile che si iscrivano tutte le farmacie operanti in Italia” afferma Goitre. “Noi però abbiamo ugualmente deciso di puntare subito al massimo, adottando un’infrastruttura eccellente. Posso quindi assicurare che, se anche dovesse succedere, il sistema sarebbe capace di ospitare fino a 50 mila attività. Perché mai avremmo dovuto limitarci a una dimensione locale?

trovamascherine.org, non a caso, è stato pensato per supportare gli italiani durante la fase 2: “Sapevamo che il 4 maggio il Paese sarebbe ripartito”  prosegue Goitre “moltiplicando quindi la domanda di mascherine. Ci siamo quindi chiesti: cosa accadrebbe se la gente faticasse a trovarle? Quale sarebbe il rischio? Semplice: le persone andrebbero a lavorare lo stesso, rappresentando dunque un pericolo per la salute di tutti. Ebbene, la nostra piattaforma serve proprio a evitare situazioni del genere. Noi mettiamo gli utenti in condizione di mettersi in sicurezza. Li facilitiamo nell’individuare i punti vendita in cui andare sul sicuro per proteggersi. Altrimenti probabilmente non lo farebbero, specie dopo una quarantena così lunga”.

Pur guardando a un veloce sviluppo su scala nazionale, Goitre non dimentica di ringraziare chi ha permesso di avviare l’avventura di trovamascherine.org:  “Realizzare questa iniziativa non sarebbe stato possibile senza il sostegno che Aldo Pia, Michele Maggiora e FaP, Farmacisti associati Piemonte, ci hanno generosamente offerto”  afferma. “Noi ci siamo dedicati alla parte tecnica, abbiamo creato l’impalcatura, il sito, ma i nosti ringraziamenti vanno a loro. Senza il loro supporto non saremmo riusciti a coinvolgere nel progetto così tante farmacie. Desideriamo quindi ringraziarli di cuore”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi