Covid-19, Ema chiede studi osservazionali di alta qualità

Covid-19, Ema chiede studi osservazionali di alta qualità

Roma, 27 maggio – L’Ema, l’ Agenzia europea per i medicinali,  raccomanda trasparenza sui protocolli e i risultati degli studi osservazionali relativi ai medicinali per il Covid-19, nonché collaborazione tra ricercatori, al fine di garantire studi di alta-qualità e di impatto scientifico.

La ricerca osservazionale, spiega l’agenzia regolatoria europea in un comunicato stampa diffuso ieri, può infatti integrare le conoscenze provenienti dagli studi controllati randomizzati e fornire prove sulla sicurezza e l’efficacia dei vaccini e dei trattamenti per il Covid-19. È anche fondamentale per capire come l’esposizione a determinati farmaci può influenzare il rischio o la gravità dell’infezione da virus.

Al momento in tutto il mondo sono in corso numerosi studi osservazionali che si concentrano su questi aspetti, e nei prossimi mesi il numero di tali studi aumenterà.Per generare prove che siano realmente utili per i decisori, gli studi osservazionali sui dati del mondo reale devono essere ben progettati e adeguatamente alimentati (cioè basati su grandi popolazioni).

 

Il comunicato stampa Ema per ricerche osservazionali di qualità su Covid-19

Print Friendly, PDF & Email
Condividi