Assoram-Assinde, firmata convenzione per lo smaltimento dei rifiuti sanitari

Assoram-Assinde, firmata convenzione per lo smaltimento dei rifiuti sanitari

Roma, 8 giugno – Assoram e Assinde hanno siglato una convenzione per i servizi di raccolta, certificazione e avvio a smaltimento di un’ampia gamma di prodotti farmaceutici a uso umano e veterinario e di dispositivi medici. L’Italia è il primo Paese europeo a disporre di un sistema integrale di ritiro e smaltimento di resi e rifiuti farmaceutici gestito direttamente dagli operatori del settore. In questo scenario Assinde, società costituita dalle associazioni di categoria del settore farmaceutico, opera da intermediario, occupandosi delle attività di ritiro, certificazione e smaltimento delle confezioni di medicinali conferite dagli operatori.

“Sono felice di annunciare questo accordo, con il quale rispondiamo alle esigenze di operatori sensibili alla salvaguardia dell’ambiente, proponendo servizi di ritiro, trasporto e smaltimento che garantiscono attenzione, sicurezza e rispetto della normativa ambientale” dichiara il presidente di Assinde Luciano Grottola. “Un obiettivo condiviso che rafforza la collaborazione tra gli attori della filiera del farmaco”.

“La nostra priorità è e resta, in virtù anche dell’emergenza che stiamo vivendo, la sostenibilità ambientale, sociale ed economica della filiera”, spiega il presidente Assoram Pierluigi Petrone (nella foto). “Siamo davvero fieri dell’accordo stipulato con Assinde: i distributori associati potranno godere di un servizio di smaltimento legale, semplice e sicuro”. 

Grazie alla convenzione, Assinde, mette anche a disposizione degli associati il servizio di “Smaltimento dei dispositivi di protezione individuale (DPI)”, con l’obiettivo di facilitare il rispetto delle prescrizioni emanate durante l’emergenza sanitaria (circolare del mMinistero della Salute n. 5443 del 22 febbraio 2020 e al D.P.R. 254/2003).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi