Roma, cominciata la 5 giorni elettorale per il rinnovo dei vertici dell’Ordine

Roma, cominciata la 5 giorni elettorale per il rinnovo dei vertici dell’Ordine

Roma, 21 settembre  – Sono cominciate ieri nella sede sociale dell’Ordine di Roma di via Alessandro Torlonia 15 le operazioni di voto per il rinnovo del Consiglio direttivo e del Collegio dei Revisori dei conti dell’Ordine dei farmacisti di Roma, nel rispetto rigoroso delle norme imposte dai decreti emergenziali per il contenimento della diffusione del virus Sars CoV-2.

Gli ingressi al seggio, dove sono state allestite 9 cabine opportunamente distanziate per le operazioni di voto, sono regolati da un apposito addetto, munito di un termoscanner per la rilevazione della temperatura corporea dei votanti, che – con l’aiuto di una macchinetta taglia-code che distribuisce i biglietti numerati, secondo l’ordine di arrivo – consente l’ingresso a un numero di votanti tale da impedire ogni possibile assembramento all’interno del seggio elettorale, dove in ogni caso tutti i percorsi sono obbligati e chiaramente indicati dalla segnaletica orizzontale appositamente predisposta sui pavimenti della sede sociale, che indica con precisione anche i punti di attesa debitamente distanziati (vedi nelle foto).

Grazie alla responsabilità di tutti,  peraltro scontata,  che ha consentito il ferreo rispetto delle regole comportamentali anti-Covid, nella prima giornata di apertura del seggio le operazioni di voto si sono svolte in modo efficiente, veloce e sereno, senza alcun problema o criticità anche all’esterno dell’Ordine, dove è stato evitato ogni assembramento.

Per eleggere il Consiglio direttivo che avrà la responsabilità di guidare l’Ordine nel prossimo quadriennio, gli iscritti aventi diritto al voto debbono esprimere la propria preferenza sulla scheda bianca consegnata all’interno del seggio. Grazie alle misure di semplificazione introdotte dalla Legge Lorenzin del 2018, a partire da questa tornata elettorale è possibile votare indicando soltanto il nome delle liste candidatesi alle elezioni professionali nei ermini previsti dalle nuove norme. In quest’occasione c’è soltanto una lista candidata, denominata Professione viva: basterà scriverne il nome sulla scheda bianca perchè il voto venga automaticamente assegnato a tutti i componenti (15) della lista stessa. Ma c’è ovviamente la piena libertà di indicare anche soltanto una o più preferenze( fino a un massimo di 15), riportando sulla scheda bianca i cognomi di coloro che sono ufficialmente candidati.

Lo stesso meccanismo informa il voto per il Collegio dei revisori (scheda gialla), che sarà composto da due componenti effettivi e uno supplente. Anche per elleggere il collegio, si può votare l’intera lista candata riportando sulla scheda gialla la sola denominazione della lista oppure si può esprimere una o più preferenze (per un massimo di due per i revisori effettivi e uno per il revisore supplente) riportandone i nomi dei candidati, anche se inseriti in una lista.

Le operazioni di voto continueranno nelle giornate di lunedi 21, martedì 22 e mercoledi 23 e giovedì 24, dalle ore 9 alle ore 21.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi