WBA, resi noti i risultati 2020, pesa Covid ma cresce l’e-commerce e c’è fiducia per il 2021

WBA, resi noti i risultati 2020, pesa Covid ma cresce l’e-commerce e c’è fiducia per il 2021

Roma, 16 ottobre – Il colosso della distribuzione farmaceutica mondiale ha reso noti i risultati relativi alle principali evidenze dell’anno fiscale 2020, anno su anno, che registrano una crescita delle vendite del 2,0% a $139,5 miliardi (+2,5% a tassi di cambio costanti) e una diminuzione del risultato operativo è diminuito del 73,7% a $1,3 miliardi; il risultato operativo rettificato è diminuito del 24,9% a $5,2 miliardi (-24,8% a tassi di cambio costanti).  Diminuito anche ’utile per azione, – 88,0% a $0,52; l’utile per azione rettificato è diminuito del 20,8% a $4,74 (-20,6% a tassi di cambio costanti), con un impatto avverso del Covid-19 pari a circa $1,06. Il net cash da attività operative, infine, è stato di $5,5 miliardi, una diminuzione pari a $109 milioni rispetto all’anno precedente; il free cash flow è cresciuto del 5,6% a $4,1 miliardi.

Positivo il commento di Stefano Pessina (nella foto), executive vice-chairman e CEO di Walgreens Boots Alliance: “Sono felice di annunciare risultati che si collocano nella parte alta delle nostre aspettative, mentre continuiamo ad adeguare e trasformare il nostro modello di business in funzione delle esigenze dei clienti” ha dichiarato infatti il manager italiano in una nota diffusa ieri. “Nonostante l’incertezza dovuta alla pandemia globale da Covid-19, stiamo vedendo un graduale miglioramento nei mercati chiave degli Stati Uniti e del Regno Unito e una forte e continua performance per quanto riguarda il nostro business della distribuzione wholesale. Inoltre, è incoraggiante la crescita in accelerazione delle nostre piattaforme di e-commerce. Ora più che mai, il nostro business fondato sulla farmacia è centrale per la salute delle comunità e continueremo a rafforzare questo ruolo in futuro. Sono ammirato dall’impegno e dalla dedizione delle nostre persone nel prendersi cura e offrire supporto a clienti, pazienti e comunità, accelerando al tempo stesso i progressi rispetto alle nostre chiare priorità strategiche. Guardando avanti” ha concluso Pessina “prevediamo una crescita dell’utile per azione rettificato nell’anno fiscale 2021, come riflesso nella nostra nuova guidance.”

La società ha introdotto per l’anno fiscale 2021 una previsione di crescita dell’utile per azione rettificato nella fascia bassa dei valori a una cifra, a tassi di cambio costanti e prevede una graduale riduzione dell’impatto di Covid-19, tuttavia nel primo semestre dell’anno fiscale 2021 i risultati continueranno a risentire dell’impatto negativo della pandemia rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, Covid free. Nel secondo semestre la società prevede una forte crescita dell’utile per azione rettificato, in relazione all’attenuarsi di tali impatti e all’effetto dei piani di recupero nei mercati chiave.

Grazie a significativi investimenti nell’anno fiscale 2021, si prevede un’accelerazione della strategia di focalizzazione sul cliente, in particolare per quanto riguarda l’omni-canalità e l’offerta sia in ambito retail che healthcare. Si prevede che questi investimenti contribuiranno al profilo di crescita del secondo semestre.

Queste indicazioni si basano su una previsione di continua e graduale riduzione dell’impatto di Covid-19, tuttavia l’evoluzione della pandemia rimane incerta e per il business dell’azienda potrebbero presentarsi sia maggiori rischi sia opportunità.

La nota di Wba elenca anche alcuni dei  recenti progressi rispetto alle iniziative strategiche della società:

  • nel quarto trimestre le vendite sono cresciute del 155% su Boots.com e del 39% su Walgreens.com;
  • Walgreens ha effettuato oltre un milione di test Covid-19 in oltre 440 location in 49 Stati e ha aumentato la capacità di testing a 500.000 al mese. Oltre il 70% delle location per i test sono collocate in zone sotto-servite. Gli esiti sono generalmente forniti entro 24-72 ore. Walgreens ha anche lanciato un’iniziativa di test Covid-19 per le aziende;
  • GuoDa, la catena di farmacie cinese di cui WBA ha acquisito una partecipazione di minoranza nel 2018, ha quasi raddoppiato da allora i propri punti vendita, arrivando a più di 7,500 farmacie;
  • grazie alla “Mass personalization”, le vendite retail di Walgreens sono salite di 140 punti base nel quarto trimestre;
  • Walgreens e DoorDash hanno annunciato una collaborazione per la consegna on-demand.
  • la risposta dei clienti alle soluzioni pick-up offerte da Walgreens è stata positiva, con le vendite da ordini online ritirati presso punto vendita cresciute di oltre due volte rispetto al terzo trimestre;.
  • il programma trasformazionale di gestione dei costi rimane in linea con i piani per raggiungere risparmi di costi pari a oltre $2 miliardi entro l’anno fiscale 2022;
  • accelera la trasformazione tecnologica, con oltre 3.500 punti vendita Walgreens passati alla soluzione retail SAP alla fine del quarto trimestre.

Per favorire l’evoluzione del proprio modello di business, la società è concentrata sulle seguenti iniziative strategiche:

  • aAccelerare il turn-around di Boots UK;
  • progredire sull’omni-canalità, ad esempio con il lancio di un nuovo programma di loyalty, myWalgreens, a oltre 100 milioni di consumatori e un ampliamento delle opzioni per il pick-up in soli 30 minuti;.
  • valorizzare l’investimento in VillageMD, attraverso l’apertura di 500-700 studi medici full-service nei prossimi cinque anni, con una fase iniziale di aperture prevista nell’anno fiscale 2021;
  • proseguire con l’implementazione del programma trasformazionale di gestione dei costi;.
  • Estendere l’offerta di test Covid-19 per le aziende e prepararsi per le vaccinazioni Covid-19.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi