Bonaccini: “Tavolo contrattuale con gli Mmg per effettuare i tamponi antigenici”

Bonaccini: “Tavolo contrattuale con gli Mmg per effettuare i tamponi antigenici”

Roma, 20 ottobre – “Giovedì scorso il Comitato di settore Regioni-Sanità ha approvato un atto di indirizzo per i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per facilitare l’acquisizione di apparecchiature sanitarie per la diagnostica di primo livello, ma soprattutto  per l’effettuazione di tamponi antigenici rapidi da parte dei medici di medicina generale e dei pediatri”.  Lo ha ricordato il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini (nella foto).
“Sollecitiamo ora il Governo a darci una risposta per poter aprire immediatamente il tavolo contrattuale”  ha aggiunto Bonaccini, spiegando che l’obiettivo è quello di  arrivare “a un accordo stralcio a e quindi a permettere la somministrazione dei test antigenici negli studi dei medici in tempi brevi”.
I test antigenici, dopo dubbi e riserve iniziali, sono stati sostanzialmente “sdoganati” dalla comunità scientifica, ormai concorde nel considerarli un’arma fondamentale per contrastare la diffusione di Covid: uno dei più autorevoli infettivologi del Paese, il prof. Massimo Galli dell’Ospedale Sacco di Milano, ritiene che possano rappresentare  il futuro della lotta al coronavirus, perché hanno una buona affidabilità, permettono di sapere se si è positivi nel giro di pochi minuti e non c’è bisogno di analizzarli in laboratorio per avere il responso.  E gli stessi esperti dell’Iss affermano che la disponibilità di questi test dopo opportuna validazione potrà rappresentare “un essenziale contributo nel controllo della trasmissione di Sars-Cov2″.
Print Friendly, PDF & Email
Condividi