Veneto, continua l’impegno delle farmacie nella farmacovigilanza con Vigirete

Veneto, continua l’impegno delle farmacie nella farmacovigilanza con Vigirete

Roma, 27 ottobre – Si chiama Vigirete ed è un progetto promosso già da qualche anno dall’Agenzia italiana del farmaco e dal Servizio farmaceutico del Veneto con il coordinamento del Centro regionale di Farmacovigilanza (Crfv) della stessa Regione e la diretta partecipazione di Federfarma Veneto, Farmacieunite, Assofarm e la Consulta regionale degli Ordini dei Farmacisti.

In buona sostanza, si tratta di una rete di farmacie di comunità attive nella farmacovigilanza sul territorio. L’iniziativa si propone di “sfruttare” contenuti e peculiarità professionali dei farmacisti di comunità, che per il loro percorso formativo e il loro ruolo a diretto contatto con i pazienti sono gli interlocutori a cui spesso i cittadini si rivolgono per ricevere informazioni sui medicinali e a cui sono portati a comunicare gli eventuali problemi riscontrati nel loro utilizzo. Chiari gli obiettivi: rafforzare la comunicazione tra cittadini e farmacisti, intesa come strumento di efficacia e sicurezza terapeutica; migliorare l’informazione sull’uso appropriato dei farmaci;  sensibilizzare la popolazione sull’importanza della segnalazione spontanea delle reazioni avverse; aumentare le conoscenze, da parte dei farmacisti, sul profilo di sicurezza dei farmaci.

Alle farmacie aderenti al progetto (riconoscibili grazie a un bollino e a una locandina) viene proposto un obiettivo minimo annuale non obbligatorio di almeno cinque schede di segnalazione di reazione avversa da farmaco,  siano esse provenienti da segnalazioni del cittadino o dello stesso  farmacista. È possibile anche la segnalazione on-line attraverso la piattaforma www.vigifarmaco.it, ricordandosi (è importante) di indicare sulla scheda di segnalazione la scritta “Vigirete”.

I farmacisti aderenti hanno l’accesso gratuito a due corsi Fad (Abc della Farmacovigilanza, da 10 crediti e Vigifarmaco: la segnalazione on-line, da 4.5 crediti) e ai contenuti della piattaforma www.vigirete.it (schede Dpc, informazioni sulle reazioni più frequenti e sulle interazioni per i farmaci di maggiore utilizzo, sulle modalità di segnalazione, eccetera) per rimanere costantemente aggiornati sulla sicurezza dei farmaci. Maggiori informazioni sono disponibili su un video YouTube della durata di circa 6 minuti raggiungibile a questo link.

Le iscrizioni al sito www.vigirete.it sono riservate al titolare/direttore della farmacia. Alle farmacie che completeranno la loro iscrizione sul sito  verrà inviato il kit per la partecipazione al progetto.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi