Distributori europei: “Dall’Europa una strategia lungimirante sui farmaci”

Distributori europei: “Dall’Europa una strategia lungimirante sui farmaci”

Roma, 27 novembre – Anche il Girp, la sigla che rappresenta a livello europeo i distributori sanitari a servizio completo, accoglie con favore l’approccio delineato nella strategia farmaceutica per l’Europa pubblicata ieri dalla Commissione europea.

La strategia – secondo i distributori europei – definisce approcci ambiziosi, ma proporzionati e pragmatici garantire il futuro del settore farmaceutico per gli anni a venire, e propone misure che aiuteranno a garantire ai pazienti l’accesso a medicinali sicuri e a prezzi accessibili ovunque, ove necessario, affrontando un’ampia gamma di sfide e opportunità.

“La strategia definisce un piano lungimirante”  dichiara in un comunicato stampa Bernd Grabner, presidente di Girp (nella foto)e, pur basandosi sugli insegnamenti ricavati dalla crisi Covid-19, valuterà tutte le opzioni politiche per affrontare le questioni cruciali dell’accesso e dell’accessibilità economica, comprese le carenze. L’Ue può svolgere un ruolo di guida nello sviluppo e nella gestione delle questioni relative all’offerta e pertanto accogliamo con favore l’approccio previsto nella strategia e siamo ansiosi di lavorare con altre parti interessate e autorità al fine di creare soluzioni praticabili a beneficio dei pazienti”.Risultato immagine per monika derecque-pois girp

Valutazioni ribadite da Monika Derecque-Pois, direttore generale dell’associazione europea dei distributori (a destra) “Accogliamo con favore le ambizioni di migliorare la sicurezza dell’approvvigionamento e affrontare le carenze attraverso misure specifiche, come gli obblighi per l’industria di garantire le scorte” afferma la responsabile operativa di Girp, che accoglie con favore anche l’obiettivo di  “promuovere una notifica preventiva delle carenze e dei ritiri e conferire all’Ema un ruolo più forte per monitorare e mitigare le carenze”.

La strategia farmaceutica per l’Europa è stata presentata all’Europarlamento  il giorno successivo alla  chiusura della conferenza annuale di Girp, tenutasi in remoto, che ha esaminato la criticità dei distributori sanitari a servizio completo per i sistemi sanitari, soprattutto in tempi di crisi. “Il nostro settore è impegnato a lavorare a stretto contatto con produttori, altre parti interessate come le farmacie e le autorità nella nostra continua risposta al Covid 19” ha dichiarato al termine della conferenza il presidente Grabner, annunciando che  i distributori europei  si tanno ora preparando “a svolgere un ruolo importante nella distribuzione dei vaccini”.

Questione ripresa, con qualche dettaglio in più, dalla DG Derecque-Pois: “I distributori sanitari a servizio completo hanno le giuste conoscenze, competenze ed esperienza per supportare la distribuzione di vaccini Covid-19” ha detto la dirigente di Girp. “Il settore è pronto a sfruttare le competenze e le infrastrutture esistenti per sostenere la diffusione dei vaccini in tutti gli Stati membri e garantire che i vaccini siano correttamente immagazzinati e consegnati in modo sicuro ai siti di vaccinazione anche nelle zone più remote del continente”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi