Racca: “Vaccini antiflu, farmacie in attesa in tante Regioni, ma avremo pochissime dosi”

Racca: “Vaccini antiflu, farmacie in attesa in tante Regioni, ma avremo pochissime dosi”

Roma, 27 novembre – “Per i vaccini antinfluenzali in Lombardia noi farmacisti abbiamo fatto il nostro dovere e ci sembra di aver dato una buona mano: anche la scorsa settimana abbiamo consegnato ai medici di medicina generale per conto della Regione ulteriori dosi per la campagna dedicata alle fasce a rischio. Siamo ad aspettare invece, come in tante Regioni italiane, le dosi che le farmacie potranno mettere a disposizione per la popolazione in età lavorativa. Mi riferisco a quell’1,5% delle dosi acquisite, che in Conferenza Stato-Regioni si è deciso sarebbe stato riversato alle farmacie per chi non rientra nella campagna”.

A fare il punto  sulla situazione dei vaccini è Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia (nella foto)  “Prevedo che avremo quantità bassissime di vaccini” spiega ad Adnkronos Salut. “Anche nelle pochissime Regioni che finora hanno agito ne hanno date pochissime dosi a ciascuna farmacia, non più di una decina. Noi non ci siamo rassegnati, trovo sbagliato aver deciso di non lasciare il solito milione di dosi a disposizione di chi fra giovani e lavoratori voleva vaccinarsi. Capisco dall’altro lato la scelta presa a livello centrale di avere la certezza di coprire e proteggere i più fragili. È un anno strano e difficile e la coperta è quella, corta purtroppo”.

“Io questo vaccino lo renderei mutuabile”  incalza Racca. “Il medico lo prescrive e il paziente viene a prenderlo in farmacia. La mia proposta è sempre stata questa. Sarebbe stato meglio. Avremmo potuto finire di fare queste campagne così”.

I vaccini antinfluenzali le farmacie li aspettavano per la seconda metà di novembre, ma “ci arriveranno solo quando le Regioni si renderanno conto delle dosi distribuite tramite la medicina generale”  prevede della presidente dei titolari lombardi. “In realtà c’è da dire che quest’anno si è cominciato a parlare di vaccini molto presto. Le vaccinazioni si sono sempre fatte a novembre. Con la Regione Lombardia il confronto è continuo” conclude Racca. “Le difficoltà ci sono davvero ovunque. Purtroppo è un anno diverso dal solito”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi