Influenza “desaparecida”, solo casi (sotto la soglia basale) di sindrome simil-influenzale

Influenza “desaparecida”, solo casi (sotto la soglia basale) di sindrome simil-influenzale

Roma, 20 gennaio – Influenza? Desaparecida, praticamente non ancora pervenuta. Il rapporto relativo alla prima settimana del 2021 della rete di sorveglianza InfluNet informa che l’incidenza delle sindromi simil-influenzali continua a essere stabilmente sotto la soglia basale con un valore pari a 1,4 casi per mille assistiti. Nella scorsa stagione in questa stessa settimana il livello di incidenza era pari a 6,6 casi per mille assistiti. L’incidenza è leggermente più alta nella fascia d’età  età 0-4 anni (2,24 casi per mille assistiti), si ferma a 0,90 nella fascia di età 5-14 anni, per salire a 1,43  nella fascia 15-64  e fermarsi a 1,17 casi per mille assistiti negli over 65.

Nei primi giorni del nuovo anno,  i casi stimati di sindrome simil-influenzale, rapportati all’intera popolazione italiana, sono stati circa 86.000, per un totale di circa 1.427.000 casi a partire dall’inizio della sorveglianza.  L’anno scorso, nella settimana dal 6 al 12 gennaio, i casi stimati furono  374mila casi, per un totale di 2.268.000 di casi totali a livello nazionale.

Il dato più significativo, però,  arriva dall’indicatore InfluNet Vir:  durante la prima settimana 2021, la nona settimana di sorveglianza virologica per la stagione in corso, nessun campione è risultato positivo all’influenza. Dall’inizio della stagione (ovvero nell’arco di tempo trascorso dalla 46ma settimana 2020 fino alla prima del 2021), nessun virus influenzale è stato ancora identificato.

Non si riscontrano grandi differenze a livello regionale: nella prima settimana del 2021 in tutte le Regioni italiane che hanno attivato la sorveglianza, il livello di incidenza è sotto la soglia basale. Il report di InfluNet sottolinea però che l’incidenza osservata in alcune Regioni è fortemente influenzata dal ristretto numero di medici e pediatri che hanno inviato, al momento, i loro dati.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi