Israele, farmaco in sperimentazione guarisce 96% dei malati Covid in 5 giorni

Israele, farmaco in sperimentazione guarisce 96% dei malati Covid in 5 giorni

Roma, 10 febbraio – Si chiama, Exo-Cd24, è un farmaco sperimentale per la terapia del cancro ovarico sviluppato da un team di scienziati del Sourasky Medical Center di Tel Aviv, in Israele, ed è al centro dell’attenzione della scienza medica mondiale dopo che un test effettuato in chiave anti Covid su un campione di trenta persone, affette da sintomi moderati e gravi dell’infezione da Sars CoV 2, ha prodotto risultati sorprendenti: del piccolo gruppo di pazienti trattati all’Hospital Ichilov di Tel Aviv, 29  hanno ottenuto nel breve volgere di 24 ore un netto miglioramento delle condizioni di salute, fino alla dimissione in un arco di tempo compreso tra i tre e i cinque giorni. Il malato numero trenta sul quale è stato sperimentato Exo-Cd24 è guarito anch’egli, ma ha avuto necessità di più tempo rispetto agli altri.

Professor Nadir Arber of Ichilov Medical Center in Tel Aviv’s Integrated Cancer Prevention Center spent years developing EXO-CD24 for cancer treatment before trialling it on coronavirus patientsSecondo quanto riferisce The Times of Israel riportando le dichiarazioni di Nadir Arber, direttore dell’Ichilov Medical Centre e responsabile della sperimentazione (nella foto), il farmaco agisce sulla risposta immunitaria che il corpo produce contro Covid-19, l’ormai nota tempesta di citochine e rappresenta un “enorme passo in avanti”. La cura si basa sugli esosomi, ovvero minuscole sacche che trasportano i materiali tra le cellule, per fornire una proteina conosciuta con il nome di CD24 ai polmoni, su cui Arber lavora da decenni. “Si tratta di una proteina che si trova sulla superficie delle cellule”  spiega Shiran Shapira, componente del team di ricerca guidato da Arber “e ha un ruolo ben noto e importante nella regolazione del sistema immunitario”.

In partica, spiega ancora la ricercatrice “aiuta a calmare il sistema immunitario”,  frenando appunto la tempesta citochinica. “Il farmaco è mirato direttamente al cuore della tempesta, i polmoni” spiega ancora Shapira.”Quindi, a differenza di altri medicinali che trattengono selettivamente una certa citochina oppure operano in maniera più ampia ma causano molti effetti collaterali, Exo-CD24 viene somministrato localmente, funziona pienamente e senza effetti collaterali”.

Il farmaco viene somministrato per via inalatoria una volta al giorno per pochi minuti, per un periodo di cinque giorni. Nonostante i primi risultati eccellenti, è necessario procedere con la massima cautela con test più ampi, su centinaia e migliai di pazienti, per valutare  sicurezza ed efficacia del farmaci. Al momento, i risultati della fase 1 “sono eccellenti e ci danno fiducia nella terapia su cui Arber lavora da molti anni” ha commentato il direttore sanitario dell’Ospedale di Tel Aviv, Roni Gamzu . “Si tratta di una ricerca avanzata e sofisticata che può forse portare a un risposta israeliana a una terribile pandemia globale”.

Intanto Israele ha provveduto a immunizzare un terzo della popolazione ,registrando un calo drastico dai casi gravi, pari al 94% in meno  già poche settimane dopo l’inizio della campagna vaccinale.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi