Mastrangeli (Frosinone) a Zingaretti: ‘Vaccino subito a chi lavora in farmacia e parafarmacia’

Mastrangeli (Frosinone) a Zingaretti: ‘Vaccino subito a chi lavora in farmacia e parafarmacia’

Roma, 15 febbraio – “Il farmacista è l’operatore sanitario con il più alto numero di contatti giornalieri con il pubblico, per avere consulenza e servizi sanitari in farmacia e in parafarmacia non ci si prenota e in ragione di ciò la nostra categoria professionale ha pagato finora un prezzo altissimo per il Covid 19 in termini di colleghi deceduti, ammalati e altri ancora in sofferenza per il post-malattia”.

È quanto ricorda il presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Frosinone, Riccardo Mastrangeli (nella foto) alla massima autorità della Regione Lazio, il presidente Nicola Zingaretti, evidenziando in una lettera la “mancata vaccinazione contro Covid 19 di molti colleghi farmacisti, siano essi collaboratori laureati, titolari di farmacie e parafarmacie, nonché del personale non laureato che lavora nei suddetti presidi”.

I ritardi nella copertura vaccinale continuano ovviamente a esporre al rischio una categoria che, proprio in ragione del suo servizio, è particolarmente esposta al rischio di contagio ed è quindi comprensibile – segnala Mastrangeli –  il “preoccupante stato di malcontento generalizzato, sia a livello della nostra categoria professionale, sia del personale non laureato, che potrebbe sfociare in forme di protesta spiacevoli, difficili da gestire e che metterebbero a repentaglio e in seria discussione lo svolgimento del pubblico servizio”.

Da qui la richiesta al presidente della Giunta regionale di “includere presto nella vaccinazione Covid 19” tutto il personale, laureato e non laureato, che lavora nelle farmacie e nelle parafarmacie,  chimato in questo momento “così delicato e importante a dare la propria massima disponibilità per fronteggiare la pandemia”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi