Italia blocca esportazione in Australia di 250 mila dosi di vaccino AstraZeneca

Italia blocca esportazione in Australia di 250 mila dosi di vaccino AstraZeneca

Roma, 5 marzo – L’Italia ha bloccato una spedizione di 250 mila dosi del vaccino anti-Covid di  AstraZeneca destinata all’Australia, con quello che è stato il primo intervento del genere da quando l’Unione europea ha introdotto nuove regole per disciplinare la spedizione di vaccini fuori dal blocco.

Lo ha reso noto il Financial Times, secondo il quale l’Italia ha notificato a Bruxelles la sua proposta di decisione alla fine della scorsa settimana, nell’ambito del regime di trasparenza delle esportazioni di vaccini della Ue. La Commissione europea aveva il potere di opporsi alla decisione italiana e non l’ha fatto, hanno fatto sapere i funzionari da Bruxelles.

Secondo il controverso sistema annunciato dalla Commissione alla fine di gennaio, infatti, i produttori di vaccini con sede nella Ue devono chiedere l’autorizzazione al proprio governo nazionale dove viene prodotto il loro vaccino Covid-19 prima di esportarlo fuori dala Ue.

Lo schema faceva parte della risposta di Bruxelles all’ammissione di AstraZeneca che avrebbe mancato gli obiettivi per la consegna di vaccini all’Ue, alimentando i sospetti della stessa Unione europea che la produzione fosse stata spedita altrove.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi