Tamponi Covid, a febbraio quasi 9000 i test nelle farmacie di Verona, 287 i positivi

Tamponi Covid, a febbraio quasi 9000 i test nelle farmacie di Verona, 287 i positivi

Roma, 8 marzo – I tamponi rapidi eseguiti in sicurezza nelle farmacie territoriali della provincia di Verona consentono di individuare ogni giorno dieci persone assolutamente asintomatiche  contagiate dal Sars Covid 2. Il dato riguarda il mese di febbraio 2021: il monitoraggio condotto nelle 78 farmacie territoriali scaligere (che hanno eseguito 8.805 test, il 62% in più rispetto a gennaio, quaVisualizza immagine di originendo ne erano stati effettuati 4.623, con 230 positivi) ha infatti consentito di rilevare ben 287 persone positive al test, un numero superiore in termini assoluti a quello del mese precedente, ma percentualmente in calo rispetto al numero di test effettuati (3,2% di febbraio contro il 4,9% del primo mese dell’anno).

“Più del doppio dei tamponi da gennaio a febbraio significa che l’impegno delle farmacie veronesi è più che raddoppiato e che in una buona fetta della popolazione cresce il senso di responsabilità” commenta la presidente di Federfarma Verona Elena Vecchioni (nella foto a sinistra).I cittadini capiscono quanto sia importante conoscere il proprio stato di salute per il bene di tutta la comunità e potendo eseguire il tampone rapido in farmacia, un ambiente protetto e di massima accessibilità, utilizzano questa opportunità che rientra a tutti gli effetti nella sfera della prevenzione sanitaria”.

Dal 1° gennaio 2021 sono 14.180 i tamponi eseguiti nelle farmacie veronesi (includendo i 752 test eseguiti nei primi due giorni di marzo), la maggior parte dei quali nei gazebi allestiti all’esterno degli esercizi che erogano il servizio. “I cittadini conoscono ora perfettamente la prassi di prenotazione” afferma ancora Vecchioni, ricordando che essa dev’essere effettuata presso la farmacia prescelta (l’elenco aggiornato delle farmacie aderenti è pubblicato nel sito dell’Ulss 9 Scaligera), senza alcuna necessità di prescrizione del medico di medicina generale “perché i soggetti che si rivolgono a noi” ricorda la presidente di Federfarma Verona “non presentano alcun sintomo della malattia“.

Dall’inizio dell’anno sono complessivamente 517 i soggetti positivi individuati a Verona e provincia, con un’incidenza del 3,6%, maggiore dello 0,7% rispetto a quella regionale (ferma al 2,9%). In tutto il Veneto sono stati, infatti, individuati complessivamente 2.186 positivi sul totale dei 75.196 tamponi rapidi (46075 dei quali a febbraio) finora processati nelle 404 farmacie di tutte le sette province che erogano il servizio.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi