Mandelli vicepresidente Camera, gli auguri di Federfarma Lombardia e Utifar

Mandelli vicepresidente Camera, gli auguri di Federfarma Lombardia e Utifar

Roma, 12 marzo – “Sono estremamente lieta per la nomina di Andrea Mandelli a vicepresidente della Camera: un importante e meritatissimo riconoscimento per il presidente della Fofi, per il sVisualizza immagine di origineuo impegno e la sua grande passione nel rappresentare i farmacisti italiani”.  Così Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia (nella foto), saluta in una nota diramata alla stampa l’elezione del collega alla vicepresidenza della Camera avvenuta ieri a Montecitorio.

“L’assegnazione di un incarico tanto prestigioso a un farmacista lombardo fa onore a tutta la nostra categoria ed è per noi motivo di grande orgoglio” continua Racca. “Da parte di tutte le farmacie di Milano-Monza-Lodi e della Lombardia, rivolgo ad Andrea le più sincere congratulazioni e gli auguri di buon lavoro”.Visualizza immagine di origine

Anche il presidente di Utifar e di Federfarma Lazio, Eugenio Leopardi (nella foto a destra) ha affidato a un comunicato stampa le felicitazioni e gli auguri di buon lavoro suoi e del Consiglio direttivo del sodalizio professionale al neo eletto vicepresidente dell’Assemblea di Montecitorio.

“L’elezione di Andrea Mandelli è un riconoscimento a una persona e a un politico che ha sempre lavorato per il bene del Paese e che, da farmacista qual è, ha sempre avuto al centro della propria attività una attenzione particolare ai bisogni dei cittadini rispetto alle questioni legate alla salute” scrive Leopardi. “In un momento come questo una figura preparata e attenta alle tematiche sanitarie è di fondamentale importanza all’interno delle più alte cariche istituzionali del Paese”.

Quindi gli auguri a Mandelli di buon lavoro, a nome di tutti i colleghi associati all’Unione tecnica italiana farmacisti, nella certezza che “la sensibilità della nostra professione sarà rappresentata nel quotidiano operato istituzionale che egli si appresta a svolgere”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi