Farmacista day, in 1300 all’hub di Fiumicino per il vaccino anti-Covid

Farmacista day, in 1300 all’hub di Fiumicino per il vaccino anti-Covid

Roma, 15 marzo – Farmacista day doveva essere, e giorno del farmacista è stato: sono stati circa 1300 gli iscritti agli Ordini dei farmacisti del Lazio che si sono presentati nella giornata di ieri all’hub vaccinale allestito nell’area  Lunga sosta dell’aeroporto di Fiumicino (nella foto grande) per la somministrazione del vaccino anti Covid, con  l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato (nVisualizza immagine di origineella foto a sinistra) il presidente dell’Ordine dei Farmacisti, Emilio Croce,  i presidenti di Federfarma Lazio e  Federfarma Roma, Eugenio LeopardiAndrea Cicconetti e il direttore generale del Policlinico Tor Vergata e responsabile del centro vaccinale Giuseppe Quintavalle a dare il benvenuto e fare gli onori di casa. È grazie alla stretta collaborazione tra la Regione e le sigle di categoria, infatti,  che è stato possibile organizzare una giornata espressamente dedicata alla vaccinazione dei professionisti del farmaco ancora sprovvisti di protezione immunitaria contro il coronavirus.
Per D’Amato, si è trattato di un ‘iniziativa tanto importante quanto dovuta, “un segnale di attenzione importante rivolto verso una categoria che è sempre stata in prima linea nella lotta e il contrasto alla pandemia. Le farmacie sono un presidio territoriale importante e un riferimento per i cittadini” ha voluto ricordare l’assessore, che ha poi “spoilerato” l’intendimento della Regione di coinvolgere presto i farmacisti, una volta immunizzati, nella somministrazione dei vaccini.
Tra tutti i professionisti della sanità i farmacisti sono certamente tra i primi protagonisti dell’assistenza di prossimità” ha commentato Croce. “Il lavoro dei farmacisti, in quest’anno segnato dalla pandemia, è stato un riferimento indispensabile per tutti i cittadini. In questi mesi difficili hanno assicurato ogni giorno il loro instancabile servizio alla collettVisualizza immagine di origineività, esponendosi inevitabilmente al rischio di contagio, come peraltro dimostrano le 27 vittime di Covid registrate nella categoria. Per questo non possiamo che accogliere con grandissima soddisfazione questa giornata dedicata a tutti i colleghi che ancora non avevano ricevuto la vaccinazione e che ora potranno continuare il loro servizio con maggior serenità e con la necessaria sicurezza per loro stessi e per tutti coloro che ogni giorno si recano presso le farmacie e le parafarmacie. Questa iniziativa” ha quindi concluso il presidente dell’Ordine romano “è stata possibile grazie alla sensibilità dell’assessore D’Amato e del direttore Quintavalle (nella foto a destra),  , ai quali vanno i più sentiti ringraziamenti”.
“La Regione Lazio e in particolare l’assessore D’Amato hanno dimostrato con questa iniziativa grande attenzione verso una categoria che ha dimostrato in questa pandemia una grande attenzione al cittadino e, riteniamo, una grande disponibilità alle istituzioni” ha aggiunto Leopardi. “Un grande ringraziamento, quindi e un apprezzamento per l’organizzazione al direttore Quintavalle e a tutti gli operatori del centro vaccinale di Fiumicino, che hanno permesso tutto ciò. In questo momento di emergenza la Regione Lazio sta dimostrando un’efficienza che la mette ai vertici della sanità italiana”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi