Bonaccini: “Tutti vaccinati entro ottobre se aziende rispettano impegni, basta tagli”

Bonaccini: “Tutti vaccinati entro ottobre se aziende rispettano impegni, basta tagli”

Roma, 25 marzo – Il problema della campagna vaccinale è legato a filo doppio ai comportamenti delle multinazionali che “fino a oggi sono stati assolutamente indecenti, tagliando laddove avevano sottoscritto contratti da rispettare, visto che parliamo della salute dei cittadini e visto che hanno ricevuto quantità di denaro pubblico non banali per fare ricerca”.

A pronunciare il durissimo giudizio è stato  Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni (nella foto), intervenendo ieri a Bologna a un convegno sui temi della distribuzione organizzato da Adm (Associazione distribuzione moderna) in collaborazione con The European House – Ambrosetti.

“Se, come mi auguro e come previsto,  l’Ue garantirà all’Italia 130 milioni di dosi vaccinali nel secondo e terzo trimestre” ha detto Bonaccini “vorrà dire che entro ottobre noi potremmo aver vaccinato tutti gli italiani. Ne abbiamo bisogno perché è passato un anno. Durerà ancora. Però finalmente possiamo guardare la luce in fondo al tunnel”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi