Giani (Toscana): “Aiuto di farmacisti e medici cruciale per completare campagna vaccinale”

Giani (Toscana): “Aiuto di farmacisti e medici cruciale per completare campagna vaccinale”

Roma, 26 maggio – Arrivano dati confortanti dalla campagna vaccinale della Regione Toscana, dove – secondo quanto dichiarato ieri dal presidente della Visualizza immagine di origineGiunta Eugenio Giani (nella foto), sono state eseguite già due milioni e mezzo di vaccinazioni.

“Quando si arriva in una regione di tre milioni e seicentosessantamila abitanti a due milioni e mezzo di prime dosi siamo a un primo livello di immunità di gregge. Siamo quindi sostanzialmente a metà” ha dichiarato Giani ai giornalisti a Firenze, a margine della conferenza stampa di presentazione degli accordi per le vaccinazioni con i medici di famiglia, le farmacie e gli odontoiatri.

“Con una vaccinazione di massa di questa portata, non ce la facciamo con i soli hub pubblici ad arrivare all’obiettivo di avere al 30 settembre la vaccinazione completa della popolazione” ha aggiunto il presidente della Regione. “Fondamentale è trovare sinergie ed ecco la disponibilità da un lato dei medici di famiglia, che già avevano una particolare capacità di vaccinazione e di somministrazione con l’anti-influenzale, e dall’altro dei farmacisti e degli odontoiatri. La nostra capacità vaccinale verrà ad essere implementata proprio dall’aiuto che tre categorie così importanti ci riescono ad offrire”. Ribadendo così, in buona sostanza, il contributo cruciale che i professionisti sanitari della prossimità possono assicurare per portare avanti con successo

Riguardo agli obiettivi del mese di giugno, Giani ha osservato: “Il generale Figliuolo ha detto che passiamo ad un milione di dosi trasferite alle Regioni. Sappiamo che oggi siamo a una media circa di 500 mila, quindi ci dovrebbe essere un raddoppio. È evidente che con l’accordo che abbiamo approvato ieri in Giunta che vede oggi solennemente siglare l’intesa, noi pensiamo di poter arrivare a qualsiasi soglia, contribuendo così fino al milione di somministrazioni di dosi a livello nazionale. In Toscana se ne fanno oggi 28-30 mila al giorno” ha concluso il governatore “che diventeranno il doppio se effettivamente verranno trasmesse alle Regioni le dosi di vaccino che sono state indicate”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi