AI LETTORI

Roma, 15 settembre – RIFday riprende oggi le sue pubblicazioni dopo una lunga sosta protrattasi per tutta l’estate, dovuta alla concomitanza di cause di forza maggiore e alla riorganizzazione degli assetti del giornale, anche a seguito del commiato di chi ne è stato l’ideatore e la colonna portante in questi anni, Giorgio Flavio Pintus. Dopo più di 40 anni spesi professionalmente nei servizi di informazione di categoria, prima negli uffici stampa e nei giornali di Federfarma e Fofi e, da ultimo, all’Ordine di Roma, Pintus è infatti giustamente e meritatamente andato in pensione.

Siamo davvero felici di ritrovare i nostri lettori, tornando a proporre un appuntamento quotidiano che, negli anni, migliaia di colleghi di Roma e di tutta Italia hanno bontà loro dimostrato di apprezzare. In verità, non vedevamo l’ora di riallacciare un rapporto al quale teniamo molto e che è nostra viva ambizione rafforzare sempre di più. Voglio subito rassicurare i lettori sull’impegno di RIFday a garantire – come ha fatto fin dal suo primo giorno di pubblicazione – la piena aderenza ai principi di correttezza e completezza dell’informazione che lo hanno sempre ispirato, proponendo senza alcuna preclusione o pregiudizio le notizie di maggior interesse professionale e impegnandosi anche a garantire gli standard di qualità giornalistica che sono stati una delle principali ragione del successo della testata.

Per questo, l’Ordine si avvarrà ancora – sia pure da lontano e in altra veste –  della competenza ed esperienza di Pintus, che come consultant editor contribuirà all’edizione della newsletter, continuando a mettere a disposizione del giornale le sue capacità e qualità professionali, ampiamente riconosciute  all’interno della comunità professionale dei farmacisti.

Siamo certi che i nostri lettori vorranno subito riprendere il loro appuntamento quotidiano con il nostro (ma soprattutto loro)  giornale. Voglio solo aggiungere che come sempre, proveremo a fare del nostro meglio, nei limiti delle nostre possibilità, guardando ai casi e alle cose della professione (tutta la professione, senza steccati) con animo sereno, schiena dritta e sguardo limpido, per riferirne con la massima attenzione, precisione, rispetto e rigore. Perché quello che preme a RIFday non è esprimere le proprie opinioni (anche se, dichiarandolo espressamente e con chiarezza, capiterà naturalmente di farlo) ma di raccontare fatti e fornire informazioni e strumenti affinché i nostri lettori possano consapevolmente formarsi le loro.

Ben ritrovati, dunque, e buona lettura. E, come sempre, fatevi sentire ogni volta che vorrete.

Emilio Croce

Print Friendly, PDF & Email
Condividi