Figliuolo: ‘Somministrazioni, superata quota 100 mln, in arrivo 2 mln di dosi Pfizer’

Figliuolo: ‘Somministrazioni, superata quota 100 mln, in arrivo 2 mln di dosi Pfizer’

Roma, 10 dicembre – L’Italia ha raggiunto e superato il numero di 100 milioni di dosi somministrate. A confermare il numero davvero reboante, che – oltre che una significativa “soglia psicologica”,  è l’espressione di un lungo e faticoso percorso che ha portato il Paese a somministrare almeno una dose all’87,91% della popolazione over 12 e a completare il ciclo vaccinale per l’84,86% –è stato lo stesso coordinatore della struttura commissariale Francesco Paolo Figliuolo (nella foto), che ha parlato di “un risultato straordinario reso possibile dal grande lavoro di squadra, fatto da tutti i protagonisti in campo, le Regioni, le Province autonome, la Protezione civile, la Difesa, il mondo delle associazioni di volontariato. Un ringraziamento particolare va a medici, farmacisti, infermieri e operatori sociosanitari e ai 47,5 milioni di italiani che hanno aderito alla campagna”.Figliuolo,  in una nota, ha anche annunciato l’arrivo nelle prossime settimane di altri 2 milioni di dosi del vaccino Pfizer, che si andranno ad aggiungere agli arrivi già programmati della multinazionale americana, scongiurando così i rischi collegati a eventuali carenze di dosi di Comirnaty. Quello di Pfizer è infatti il vaccino ricevuto dalla maggior parte degli italiani in occasione delle prime due dosi e il pericolo è che – in caso di mancanza del vaccino Pfizer – molti cittadini possano rinviare la somministrazione della  dose booster, nel timore di ricevere il vaccino Moderna. Un timore infondato, alla luce delle ampie rassicurazioni fornite al riguardo da scienziati ed esperti sulla sicurezza e l’efficacia dell’impiego di vaccini diversi per la terza dose, da ultimo in uno studio pubblicato nei giorni scorsi su The Lancet.Il generale Figliuolo ha comunque affermato che con l’attuale disponibilità di vaccini “si potranno vaccinare potenzialmente 25 milioni di persone“ e ha garantito che l’ampia disponibilità “consentirà di mantenere il ritmo elevato” fin qui tenuto dalla campagna vaccinale, anche in vista dell’inizio (il 16 dicembre) delle vaccinazioni per la fascia 5-11 anni, che comporterà un ulteriore ampliamento della platea. Tra il primo e l’8 dicembre, ha ricordato ancora il coordinatore della struttura commissariale,  sono state effettuate 3,5 milioni di somministrazioni, mezzo milione in più rispetto al target indicato.Un plauso per il raggiungimento dei risultati della campagna vaccinale annunciati da Figliuolo è arrivato dalla Fofi, che in una nota esprime il suo apprezzamento per il “lavoro immane di cui va dato atto al Governo, al Ministro della Salute, alla stessa Struttura commissariale e ai professionisti della salute italiani. La Federazione ringrazia le decine di migliaia di farmacisti che si sono formati per partecipare attivamente alla campagna e che anche in queste ore stanno dando il loro contributo, come ricordato anche in questa occasione dal Commissario Figliuolo, vaccinando nelle farmacie come negli hub. La Federazione” conclude la nota “rivolge infine un appello a chi ancora non si è vaccinato a farlo al più presto: non esiste ora altra via per uscire al più presto da questa tragica emergenza, che senza i vaccini avrebbe causato nel nostro paese dai 22.000 ai 35.000 morti in più”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi