Nas, scoperti 308 operatori sanitari al lavoro senza vaccino, ci sono anche farmacisti

Nas, scoperti 308 operatori sanitari al lavoro senza vaccino, ci sono anche farmacisti

Roma, 22 dicembre – Più di trecento medici e operatori sanitari non vaccinati sono stati scoperti irregolarmente al lavoro dai Carabinieri dei Nas nel corso dei servizi di controllo avviati nel mese di novembre a livello nazionale al fine di verificare il rispetto dell’obbligo di vaccinazione da parte dei professionisti che lavorano nella sanità.
L’attività di controllo
, secondo quanto riferisce una nota appena diramata dal Comando Carabinieri per la tutela della salute, ha consentito finora di monitorare 6.600 posizioni e di evidenziare, a oggi, 308 figure professionali del settore sanitario che svolgevano la propria attività sebbene inadempienti all’obbligo di vaccinazione per la prevenzione del Covid 19.

Tra questi, i Nas hanno individuato e deferito alle Procure della Repubblica 135 tra medici, odontoiatri, farmacisti, infermieri e altre figure ritenute responsabili di esercizio abusivo della professione per aver proseguito lo svolgimento delle proprie attività nonostante fossero oggetto di provvedimenti di sospensione emessi da autorità sanitarie e relativi Ordini professionali. In tale contesto di verifiche sono state inoltre eseguite chiusure e sequestri di sei studi medici e dentistici nonché di due farmacie, al cui interno svolgevano l’attività professionisti già sospesi.

Nell’esecuzione di tali interventi sono stati sequestrati anche farmaci e dispositivi medici fraudolentemente utilizzati nel corso di attività e pratiche mediche da parte di soggetti non aventi titolo alla loro detenzione e impiego.
L’impegno dei Nas proseguirà con ulteriori servizi di controllo sull’osservanza delle varie tipologie di green pass ed il rispetto degli obblighi vaccinali, in relazione all’evoluzione della situazione epidemiologica nazionale e locale.

La maggior parte degli interventi effettuati
dai Nas in diverse Regioni del Paese si riferiscono a medici non in regola con il  previsto obbligo vaccinale, ma non mancano odontoiatri e infermieri. Per quanto riguarda la professione farmaceutica, la nota dei carabinieri segnala che i Nas Caserta, in questo mese di dicembre, hanno individuato e sanzionato due farmaciste, rispettivamente titolare e dipendente di una farmacia della città della Reggia, entrambe non adempienti all’obbligo della vaccinazione e non ancora sospese dall’Ordine professionale di appartenenza.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi