Austria, approvata la legge che introduce l’obbligo di vaccinarsi contro Covid

Austria, approvata la legge che introduce l’obbligo di vaccinarsi contro Covid

Roma, 21 gennaio –  Il parlamento austriaco ha approvato l’introduzione del vaccino obbligatorio contro Covid-19 ed è il primo Paese europeo a farlo. L’approvazione con la maggioranza necessaria dei voti è avvenuta dopo ore di dibattito in aula. La misura entrerà in vigore il 4 febbraio.

L’obbligo vaccinale vale per tutti i cittadini maggiori di 18 anni e ne sono esentate  le donne in gravidanza, i soggetti  che per motivi medici non possono essere vaccinate o che si sono ripresi da un’infezione da coronavirus negli ultimi sei mesi.

Presentando il disegno di legge, il ministro della Salute, Wolfgang Mückstein aveva definito il vaccino come un atto di solidarietà: “Si tratta di un grande e, per la prima volta, duraturo passo nella lotta alla pandemia” ha dichiarato l’esponente di governo. “Questo è il modo in cui possiamo riuscire a sfuggire al ciclo di aperture e chiusure, di lockdown. Ecco perché questa legge è così urgentemente necessaria in questo momento”.

Nella prima fase di entrata in vigore della legge,  le autorità austriache si preoccuperanno di informare delle nuove regole la popolazione, anche attraverso l’invio di apposite lettere alle famiglie. Poi, da metà marzo, la polizia inizierà a controllare lo stato di vaccinazione delle persone durante controlli di routine. A quel punto chi non sarà in grado di produrre una prova di avvenuta vaccinazione sarà invitato per iscritto a farlo e, in caso contrario, verranno emesse multe fino a 600 euro. Se le autorità dovessero ritenere i progressi ancora insufficienti, invieranno promemoria alle persone che restano non vaccinate, e, se questo ancora non dovesse funzionare, le persone riceveranno un appuntamento per la vaccinazione e verranno nuovamente multate se non si presenteranno. Le sanzioni potrebbero raggiungere i 3.600 euro. Non è comunque previsto il carcere in caso di inadempimenti.

È  il caso di ricordare che al momento, in Austria, risulta completamente vaccinato contro il Covid il 72 per cento circa della popolazione, percentuale al di sotto della media degli altri Paesi dell’Europa occidentale. Anche per questo, il governo di Vienna sta intensificando gli sforzi per migliorare la copertura immunitaria della popolazione. Oltre alla legge che introduce l’obbligo di vaccinarsi, è stato annunciato il lancio di una lotteria nazionale, con in palio buoni da 500 euro, per incoraggiare i cittadini a vaccinarsi contro il Covid-19. “Abbiamo imparato dal passato e abbiamo visto che una lotteria di vaccinazione è il modo migliore per creare un tale sistema” ha dichiarato al riguardo il capo del governo, il cancelliere Karl Nehammer.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi