Pillole di movimento, in farmacia a Verona la “medicina” giusta contro la sedentarietà

Pillole di movimento, in farmacia a Verona la “medicina” giusta contro la sedentarietà

Roma, 24 gennaio – Contrastare la sedentarietà e promuovere la cultura dell’attività fisica: questo l’obiettivo dichiarato della campagna nazionale  Pillole di movimento, progetto nato nell’ormai lontano 2010 per iniziativa della Uisp  e poi proseguito grazie anche grazie a un  finanziamento del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del bando Eps 2020.

Pillole di movimento, che a livello nazionale coinvolge 32 Comitati Uisp, 235 Comuni italiani e 370 tra associazioni e società sportive dilettantistiche, è “sbarcato” anche a Verona, dove la campagna conoscerà un’ulteriore tappa di sviluppo grazie alla collaborazione tra  Federfarma, Ulss9, Comune di Verona,  Città di Legnago e ovviamente il comitato locale della Uisp. La campagna scaligera (presentata nel corso di una conferenza stampa tenutasi venerdì scorso, 21 gennaio) ricalcherà quella nazionale: nelle farmacie veronesi saranno distribuite confezioni di “pillole di movimento”, molto simili a quelle dei farmaci da banco. Che però – al posto di piccole, compresse o capsule – conterranno coupon gratuiti che permetteranno di scegliere tra una rosa di attività sportive e motorie quali danza, discipline orientali, attività all’aperto, attività in acqua e sala corsi negli impianti Uisp di città e provincia, olltre a consigli e suggerimenti per promuovere stili di vita attivi e la salute attraverso lo sport.

La confezione, molto simile a quella di un farmaco da banco, verrà consegnata dal farmacista ai clienti, come fosse un medicinale. Giovani, adulti e anziani potranno così usufruire gratuitamente, per un mese, di ore di attività fisica nelle 15 associazioni e società sportive Uisp del territorio veronese.

“Le 257 farmacie di Federfarma Verona, da sempre attente alla salute dei cittadini e impegnate in campagne preventive, giocano un ruolo fondamentale in questa iniziativa che coinvolge tutteVisualizza immagine di origine le fasce d’età della popolazione”  ha spiegato nel corso della conferenza stampa di presentazione  Elena Vecchioni, presidente di Federfarma Verona (nella foto). “Ci impegneremo nonostante il complesso periodo che sta vivendo la farmacia territoriale, perché crediamo che il movimento fisico sia fondamentale per combattere patologie, anche molto gravi e contribuisca psicologicamente ad un ritorno alla ‘normalità’ dopo anni di pandemia».

“La salute e il benessere dei cittadini sono strettamente correlati all’attività motoria” ha aggiunto da parte sua l’assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando. “Per questo abbiamo aderito a questo interessante progetto. L’obiettivo è disincentivare la sedentarietà e spronare le persone affinché abbandonino poltrone e divani per rimettersi in moto, nonostante il periodo che stiamo vivendo. Lo sport è fondamentale per contrastare tante patologie. non dobbiamo dimenticarlo”.

“Divulgare sani e corretti stili di vita diventa importante anche per superare gli effetti della pandemia”  ha invece voluto sottolineare il presidente della Uisp Verona Simone Picelli. “Lo facciamo collaborando con punti di riferimento fondamentali per le nostre comunità come le farmacie, la pubblica amministrazione, i media e le organizzazioni per la salute pubblica. Daremo la possibilità di usufruire delle Pillole di movimento al 70% della popolazione residente nella provincia di Verona. Le locandine informative saranno presenti in tutti i centri vaccinali grazie ad Ulss9 Scaligera e chiunque potrà recarsi in farmacia per ritirare gratuitamente una scatola“.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi