Presentata la Giornata della raccolta del farmaco 2022, si terrà dall’8 al 14 febbraio

Presentata la Giornata della raccolta del farmaco 2022, si terrà dall’8 al 14 febbraio

Roma, 24 gennaio – Torna anche nel 2022 una delle più longeve iniziative solidali realizzate in ambito farmaceutico, la Giornata di raccolta del farmaco (Grf) organizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico con la collaborazione, tra gli altri, di Federfarma.

L’iniziativa, giunta alla sua 22ma edizione e presentata in diretta youtube sabato scorso,  si terrà quest’anno dall’8 al 14 febbraio: saranno con ogni probabilità più di 5000 (l’anno scorso erano state 4869) le farmacie di comunità che in ogni angolo del Paese ospiteranno i volontari (un esercito di 15 mila persone) a disposizione per raccogliere i farmaci senza obbligo di ricetta che i cittadini vorranno generosamente donare agli enti e alle associazioni che assistono sul territorio persone e famiglie in stato di necessità che non sono in grado di provvedere alle loro cure e che, a causa della pandemia, hanno inevitabilmente visto peggiorare le loro condizioni.

Nelle 21 edizioni precedenti la Grf ha raccolto e messo a disposizione dei più bisognosi  più di sei milioni di confezioni di farmaci. Anche nel corso dell’edizione 2021, nonostante l’emergenza pandemica, sono state raccolte 468mila confezioni di farmaci, di cui hanno beneficiato oltre 434mila persone assistite dai circa 1800  enti e associazioni convenzionati  con il Banco Farmaceutico in tutta Italia.

Com’è ormai tradizione, le  farmacie di comunità saranno anche quest’anno la quinta colonna della Grf.  Federfarma, al riguardo, ha già fatto partire le circolari informative sull’edizione 2022 dell’iniziativa, con l’invito a partecipare numerose. Sono state rimodulate le “quote di partecipazione”  (in realtà l’erogazione liberale con la quale le farmacie sostengono la Grf) previste per le farmacie che parteciperanno alla Giornata: 100 euro per le farmacie rurali sussidiate e donazione  libera e simbolica per le farmacie dei comuni con meno di 1.000 abitanti. Per le altre farmacie la quota resta fissata a 150 euro. Nel 2021, i titolari delle farmacie coinvolte nella Grf hanno donato alla Fondazione Banco farmaceutico circa 730.000 euro, una cifra importante che Federfarma, con l’indispensabile impegno e partecipazione delle farmacie associate, confida di ripetere e magari superare nel 2022.

Tutte le informazioni sull’iniziativa e sulle modalità per iscriversi e partecipare sono disponibili su questo link del Banco Farmaceutico, che riporta anche l’elenco delle sedi territoriali della Fondazione Banco con le quali eventualmente prendere contatto.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi