Farmaci, monitoraggio Aifa 2021: spesa diretta sfonda il tetto di oltre 1409 mln

Farmaci, monitoraggio Aifa 2021: spesa diretta sfonda il tetto di oltre 1409 mln

Roma, 16 maggio – Nel periodo gennaio-dicembre 2021 la spesa farmaceutica per acquisti diretti (o ospedaliera) sfora il tetto programmato del 7,65%. Cala invece, rispetto al 2020, la spesa farmaceutica convenzionata netta a carico del servizio sanitario nazionale. È quanto emerge dal monitoraggio dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) relativo ai dati di spesa dei primi undici mesi del 2021.

Nel periodo gennaio-dicembre 2021, la spesa farmaceutica complessiva, a livello nazionale, si è attestata a 19,366,6 milioni di euro, evidenziando uno scostamento assoluto rispetto alle risorse complessive del 14,85% (17.957, 3 milioni) pari a 1.409,4 milioni, corrispondente a un’incidenza percentuale sul Fondo sanitario nazionale (Fsn) definitivo del 2021 del 16,2%.

La spesa farmaceutica per acquisti diretti, pari a 11.219,4 milioni di euro)  supera ampiamente il tetto programmato del 7,65% – al netto dei payback vigenti e dei fondi per gli innovativi non oncologici e innovativi oncologici – con uno sforamento in termini assoluti di 1.968,6 milioni di euro.

In calo invece, rispetto al 2020, la spesa farmaceutica convenzionata netta a carico del Ssn – calcolata al netto degli sconti, della compartecipazione totale (ticket regionali e compartecipazione al prezzo di riferimento) e del pay-back 1,83% versato alle Regioni dalle aziende farmaceutiche – che si è attestata a 7.582 milioni di euro, evidenziando una diminuzione di 33,1 milioni rispetto a quella dell’anno precedente.

I consumi espressi in numero di ricette (552,5 milioni) mostrano un lieve aumento (+2,2%) rispetto al 2020, mentre l’incidenza del ticket è sostanzialmente stabile (-0,4%). Per quanto concerne le dosi giornaliere dispensate, si registra un aumento (+2,1%, pari a 503,0 milioni))

 

♦ Monitoraggio Aifa spesa farmaceutica gennaio-dicembre 2021

Print Friendly, PDF & Email