Amministrative, Mastrangeli eletto sindaco a Frosinone. E nel Lazio non è il solo…

Amministrative, Mastrangeli eletto sindaco a Frosinone. E nel Lazio non è il solo…

Roma, 1 luglio – Nella tornata amministrativa appena conclusasi, nella Regione Lazio spicca il significativo e prestigioso successo conseguito da Riccardo Mastrangeli (nella foto), candidato dello schieramento di centrodestra, eletto al ballottaggio sindaco di Frosinone con il 55,32% dei voti dopo aver sfiorato la vittoria (con il 49,2% dei consensi) già al primo turno.

Mastrangeli, presidente dell’Ordine dei Farmacisti del capoluogo ciociaro, vanta ormai una lunga esperienza nel mondo della politica e dell’amministrazione, che lo ha visto anche impegnato negli anni ‘90 come deputato a Montecitorio. Negli ultimi anni, si era attivamente occupato della sua città, in qualità di assessore al Bilancio nelle giunte guidate dal sindaco uscente Nicola Ottaviani.

“La campagna elettorale è finita, sarò il sindaco di tutti, anche di chi non mi ha votato” sono state le prime parole da primo cittadino di Mastrangeli al momento del passaggio delle consegne con il suo predecessore, che ha voluto omaggiare: “Se sarò un bravo sindaco, molto lo dovrò a lui” ha affermato il nuovo sindaco indossando la fascia tricolore e assicurando che quella da lui guidata, in continuità con la precedente, “sarà  un’amministrazione del fare, con un’attenzione alle fasce più deboli”.

Altro passaggio significativo del suo discorso, l’invito, con tanto di richiesta formale, rivolto al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti a incontrarsi e a collaborare, al di là degli schieramenti politici opposti. Con il governatore regionale, Mastrangeli vuole in particolare subito chiarire un problema che – in ragione di alcune recenti dichiarazioni proprio di Zingaretti e anche del sindaco di Roma Roberto Gualtieri – ha sollevato non poche preoccupazioni nel capoluogo ciociaro, ovvero lo smaltimento dei rifiuti della Capitale. Chiarissimo il paletto con il quale Mastrangeli ha subito voluto delimitare il confine invalicabile della questione: “Non vorrei – queste le sue parole – che Frosinone diventasse la pattumiera di Roma”. 

Anche a Lariano, cittadina di 14mila abitanti della Città metropolitana di Roma, dopo le ultime elezioni amministrative è un farmacista a sedere sull’impegnativo scranno del primo cittadino: si tratta di Francesco Montecuollo (nella foto a destra), diventato sindaco già al primo turno con il 55,4% dei voti dei suoi concittadini.

Ben noto in città, oltre che per il suo ruolo professionale, per essere stato consigliere comunale d’opposizione dal 2017, Montecuollo si è presentato agli elettori a capo di una lista civica che ha raccolto la fiducia dei larianesi, sulla base di un programma elettorale tutto centrato sulle parole d’ordine della trasparenza e della serietà amministrative e sull’impegno di mettere al centro dell’azione di governo della città le reali e quotidiane esigenze dei suoi cittadini.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi