Roma, esame di Stato, prima sessione il 25 luglio, nominata la commissione

Roma, esame di Stato, prima sessione il 25 luglio, nominata la commissione

Roma, 4 luglio – Con decreto rettorale del 30 giugno scorso, firmato dalla magnifica rettrice dell’Università Sapienza di Roma Antonella Polimeni, è stata nominata la Commissione esaminatrice per l’abilitazione all’esercizio della professione di Farmacista, ai sensi delle ordinanze del Miur numeri 442, 442 2 444 del 5 maggio 2022. Le prove della prima sessione 2022 dell’esame di Stato avranno inizio il giorno 25 luglio per la sezione B; le prove della seconda sessione inizieranno il giorno 24 novembre per la sezione B. L’esame si svolgerà mediante una prova unica a distanza.

La Commissione esaminatrice paritetica – per la metà  composta da docenti universitari designati dall’ateneo, uno dei quali con funzioni di presidente, e per l’altra metà farmacisti designati dall’Ordine dei farmacisti della provincia nella quale ha sede l’ateneo di riferimento, iscritti all’Albo professionale da almeno cinque anni – risulta così composta: presidente effettivo: Visualizza immagine di origineAntonello Mai, professore universitario (nella foto); membri effettivi: Caterina Scuderi, professore universitario, Patrizia Paolicelli, professore universitario, Alessandra Blasi, professionista, Rossella Fioravanti, professionista, Emilio Croce, professionista. Presidente supplente è Romano Silvestri, professore universitario, membri supplenti Silvana Gaetani, professore universitario, e Giuseppe Guaglianone, professionista.
Le norme che regolano l’esame di Stato sono state come noto semplificate dal recente decreto interministeriale Miur-Salute, che prevede “lo svolgimento di un’unica prova orale volta ad accertare la preparazione culturale del candidato nonché le nozioni, le competenze e le abilità riguardanti il profilo professionale del farmacista, con particolare riferimento ai seguenti ambiti: deontologia professionale; conduzione e svolgimento del servizio farmaceutico; somministrazione/dispensazione, conservazione e preparazione dei medicinali; prestazioni erogate nell’ambito del Servizio sanitario nazionale; informazione ed educazione sanitaria della popolazione; gestione imprenditoriale della farmacia nonché tutti i servizi previsti dalla normativa vigente”.

La prova è valutata con una votazione espressa in centesimi. L’abilitazione è conseguita con una votazione di almeno 60/100.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi