Fse, in G.U. le linee guida per l’attuazione e i documenti clinici che dovrà contenere

Fse, in G.U. le linee guida per l’attuazione e i documenti clinici che dovrà contenere

Roma, 14 luglio – Sulla Gazzetta Ufficiale dello scorso 11 luglio sono state pubblicate le Linee guida per l’attuazione del Fascicolo sanitario elettronico (Fse). Prende così ufficialmente il via l’attuazione dell’investimento di 1,38 miliardi di euro previsto nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), che mira a fare del Fse il punto unico ed esclusivo di accesso per i cittadini ai servizi del Sistema sanitario nazionale e per i professionisti sanitari uno strumento prezioso per la diagnosi e la cura dei propri assistiti.

Il Fascicolo sanitario elettronico si arricchisce, inoltre, di nuovi documenti che saranno validi sull’intero territorio nazionale. Con la pubblicazione sulla G.U. del Decreto ministeriale 18 maggio 2022 Integrazione dei dati essenziali che compongono i documenti del Fascicolo sanitario elettronico si estendono, infatti, i documenti clinici che dovranno essere presenti su tutti i Fse delle diverse Regioni.

Il decreto che contiene le Linee guida per l’attuazione del Fse è stato emanato dal ministero della Salute, di concerto con i ministeri dell’Economia e delle Finanze e per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale, a seguito del confronto in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano.

Le Linee guida danno il via all’attuazione dell’investimento 1.3.1 del Pnrr, Missione 6, Componente 2 – Rafforzamento dell’infrastruttura tecnologica e degli strumenti per la raccolta, l’elaborazione, l’analisi dei dati e la simulazione (Fse) e guidano la progettazione e lo sviluppo di un sistema uniforme sull’intero territorio nazionale. Entro 3 mesi dalla pubblicazione, le Regioni e le Province autonome devono presentare i piani di adeguamento per aggiornare i propri sistemi e ricevere le risorse finanziarie necessarie per eseguirli.

L’adozione delle Linee guida rappresenta, inoltre, un passo importante per accelerare il raggiungimento degli obiettivi indicati dal Pnrr, affinché l’85% dei medici di base alimentino il fascicolo entro il 2025 e tutte le Regioni e Province autonome lo adottino e lo utilizzino entro il 2026.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi