“Colpaccio” di Hippocrates, rilevata a Roma la Farmacia Piazza di Spagna

“Colpaccio” di Hippocrates, rilevata a Roma la Farmacia Piazza di Spagna

Roma, 13 settembre –  Hippocrates Holding, la catena che con le più di 250 farmacie acquisite negli ultimi anni rappresenta la catena di retail farmaceutico più estesa a livello nazionale, ha aggiunto alla sua già ricca “collezione” che davvero non manca di pezzi pregiati un acquisto di grandissimo prestigio: la Farmacia Piazza di Spagna a Roma, nel cuore del distretto più mobile ed elegante dello shopping capitolino, ai piedi della celeberrima scalinata  di Trinità dei Monti e a due passi dalle boutique e dai negozi esclusivi di via Condotti e via Frattina,

Ad anticipare la notizia è un articolo del sempre attento e informato PharmacyScanner, testata specializzata sulle tendenze di mercato e i cambiamenti in atto nella filiera, ricordando che con quVisualizza immagine di origineest’ultima e particolarmente significativa acquisizione, Hippocrates consolida la sua presenza a Roma (dove già deteneva altre tre farmacie). Il “colpaccio” della holding guidata da Davide Tavaniello e Rodolfo Guarino (nella foto) potrebbe essere il segnale, secondo PharmacyScanner, di un’inversione di tendenza nella strategia di espansione del gruppo, fin qui prevalentemente concentrato a rilevare esercizi nelle Regioni del nord e comunque non al di sotto della Toscana.  Ma l’acquisizione di una decina di farmacie  nel Lazio, un’altra decina nelle Marche, cinque in Umbria e un paio in Abruzzo starebbero a dimostrare che il baricentro dell’interesse del gruppo si è allargato progressivamente sempre più alle regioni del Centro, come comprovato anche da tre recenti acquisti in Umbria e due esercizi a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).

Una tendenza, quella del superamento della linea gotica, che peraltro è comune anche ad altre catene, osserva PharmacyScanner, come Dr.Max, che di recente avrebbe comprato nelle Marche e avrebbe in dirittura d’arrivo un’acquisizione a Napoli. Anche Neo Apotek, il network italiano di farmacie guidato dalla famiglia Riva-Cocchi-Passoni, il cui business è stato fin qui caratterizzato da una marcata trazione nord-centrica,  sembrerebbe intenzionata a espandersi anche al di sotto della Pianura Padana.

Cosa che, già da tempo, avevano fatto sia Boots, che ha in carniere 73 farmacie e vanta presenze in Puglia, Sicilia, Campania, Sardegna e Lazio, sia Farmacie Italiane, l’insegna di F2i (il maggior gestore indipendente italiano di fondi infrastrutturali nato su iniziativa di Cassa Depositi e Prestiti): la società – proprietaria di una cinquantina di esercizi –  negli ultimi mesi ha acquisito due farmacie in Campania, una in Sicilia e una in Abruzzo, sempre secondo quanto riferisce  PharmacyScanner.

Print Friendly, PDF & Email