Lombardia, da oggi disponibile in 605 farmacie il vaccino anti-Covid bivalente

Lombardia, da oggi disponibile in 605 farmacie il vaccino anti-Covid bivalente

Roma, 22 settembre – Da oggi i cittadini lombardi con più di 12 anni che devono ancora sottoporsi alla terza dose (primo booster), e quelli per i quali è raccomandata la quarta o secondo booster (si tratta di ultrasessantenni, fragili over 12, trapiantati, immuno-compromessi, donne in gravidanza, operatori sanitari e delle Rsa) potranno ricevere il vaccino anti-Covid 19 nella nuova formulazione bivalente, aggiornata alla copertura della variante Omicron Ba.1, semplicemente recandosi in una delle farmacie lombarde aderenti alla campagna di immunizzazione.

Lo comunica una nota diffusa ieri da Federfarma Lombardia, ricordando che in tutti i casi è necessario, come di consueto, prenotarsi sulla piattaforma regionale unica https://www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/.

In Lombardia, sono 605 gli esercizi farmaceutici dove oggi è possibile sottoporsi alla vaccinazione. Dallo scorso 10 novembre, questi presidi di sanità del territorio hanno ormai raggiunto quota 586.869 inoculazioni, tra prime, seconde, terze e quarte dosi, effettuate con il siero di Pfizer.

Risultato immagine per annarosa racca“Ancora una volta, le farmacie lombarde si mettono a disposizione della Regione e dei cittadini, per portare il proprio contributo anche in questa nuova fase della campagna vaccinale” dichiara Annarosa Racca, presidente del sindacato dei titolari della Lombardia (nella foto).“Il nostro auspicio è che l’arrivo dei vaccini aggiornati alla variante Omicron 1 contribuisca a convincere chi ancora non avesse eseguito le dosi di richiamo consigliate. È fondamentale ricordare che i booster aumentano l’efficacia del vaccino nel proteggerci dalla malattia severa, pericolosa soprattutto per anziani e soggetti fragili. Le farmacie territoriali”  conclude Racca “grazie alla loro prossimità, alla competenza e alla capacità di rassicurare gli utenti, si adopereranno per rendere l’appuntamento con la vaccinazione un’esperienza serena”.

Print Friendly, PDF & Email