Gimbe: Covid inverte la curva, dopo un mese di calo i contagi riprendono a salire

Gimbe: Covid inverte la curva, dopo un mese di calo i contagi riprendono a salire

Roma, 23 settembre – Dopo quattro settimane si inverte la curva dei contagi da Covid 19, che registrando un incremento del +11,3% negli ultimi sette giorni, mentre continua la discesa di ricoveri ordinari (-9,6%), delle terapie intensive (-8%) e dei decessi (-12,8%). A rilevarlo è il consueto monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe, relativo alla settimana dal 14 al 20 settembre.

Gimbe evidenzia  un aumento dei nuovi casi (120.057 rispetto ai 107.876 della settimana precedente) e del numero delle Regioni che registrano un incremento, che salgono a 15.  In calo invece gli indicatori ospedalieri (-373 posti letto in area medica, -13 in terapia intensiva) e i decessi (334 contro 383 della settimana prima).

“Dopo quattro 4 settimane consecutive di calo si registra un modesto aumento dei nuovi casi”   dichiara il presidente della Fondazione Nino Cartabellotta (nella foto) “che passano da quasi 108 mila a 120 mila, con una media mobile a 7 giorni di oltre 17 mila casi al giorno. In sei Regioni si registra un calo percentuale dei nuovi casi (dal -1,5% della Sicilia al -13,1% della Calabria), in 15 Regioni incrementi molto eterogenei (dal +0,1% dell’Abruzzo al +58% della Provincia Autonoma di Bolzano)”.  Con la ripresa della circolazione virale, aggiunge il presidente di Gimbe, la quarta dose del vaccino anti-Covid è “urgente per oltre 14 milioni di persone”.
La platea di persone candidate a ricevere il secondo richiamo, ricorda il monitoraggio Gimbe, è di oltre 19,1 milioni: di queste, oltre 14 milioni possono riceverlo subito, quasi 1,9 milioni non sono eleggibili nell’immediato in quanto guarite da meno di 120 giorni e quasi 3,2 milioni l’hanno già ricevuto. Al 21 settembre sono state somministrate 3.171.672 quarte dosi.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi