Enpaf, bonus liberi professionisti, il 9 novembre termine ultimo per le domande

Enpaf, bonus liberi professionisti, il 9 novembre termine ultimo per le domande

Roma, 2 novembre – L’Enpaf rende noto che la domanda per ottenere l’indennità di 200 euro prevista dal “Decreto Aiuti” e l’ulteriore indennità di 150 euro (decreto Aiuti ter) può essere presentata entro le ore 23.59 del 9 novembre 2022, anziché entro il 30 novembre come comunicato inizialmente.

L’anticipazione della scadenza è stata causata dalla necessità di trasmettere al ministero del Lavoro la rendicontazione delle indennità erogate entro il termine che il ministero stesso ha stabilito con largo anticipo rispetto alle previsioni. L’invio della rendicontazione entro il termine fissato è indispensabile affinché l’Enpaf possa ottenere, come previsto dalla legge, il rimborso dallo Stato delle indennità erogate.

L’ente ricorda anche che per accedere al bonus 200 euro è necessario aver dichiarato nel 2021 un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro. In base al successivo “Decreto Aiuti ter” è possibile ottenere un incremento di 150 euro (per un totale di 350 euro) nel caso in cui il reddito complessivo dichiarato nel 2021 non sia superiore a 20.000 euro. Il reddito complessivo coincide con quello indicato al rigo RN1 colonna 1 della dichiarazione 2022 (redditi 2021).

La domanda deve essere presentata tramite l’area ad accesso riservato Enpaf Online, utilizzando esclusivamente lo SPID. La domanda viene trasmessa tramite la piattaforma Enpaf Online e non è necessario allegare il documento di identità, né il codice fiscale. L’indennità viene erogata in ragione dell’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento dei fondi stanziati. Viene corrisposta una sola volta e non costituisce reddito imponibile. Ogni iscritto potrà verificare lo stato della propria istanza nella propria posizione personale presente in Enpaf online.

Possono accedere alle indennità i soggetti che versano la quota contributiva Enpaf intera, con partita IVA e attività lavorativa avviata non oltre il 18 maggio 2022 in qualità di: ♦ esercente attività professionale con rapporto di lavoro autonomo; ♦ titolare di farmacia; ♦ titolare di parafarmacia; ♦ titolare di erboristeria; ♦ socio e associato in partecipazione di società di gestione di farmacia o di parafarmacia; ♦ collaboratore di impresa familiare di farmacia o di parafarmacia;

Per quanto riguarda le categorie indicate ai punti e) ed f) il requisito della titolarità della partita IVA, attiva alla data del 18 maggio 2022, deve essere soddisfatto in capo alla società o al titolare dell’impresa e la qualifica di socio, associato in partecipazione o collaboratore di impresa familiare deve essere ricoperta alla medesima data.

Per avere maggiori informazioni è possibile consultare il documento di approfondimento pubblicato sul sito internet dell’Enpaf  a questo link.

La cassa di previdenza di categoria informa inoltre che il CdA,  con delibera del 27 ottobre 2022, ha approvato la disciplina per l’erogazione di un contributo una tantum a favore dei farmacisti titolari o soci di parafarmacia. Per l’iniziativa è stato stanziato l’importo di 600.000 euro.  Per l’assegnazione del contributo si tiene conto della condizione economica del nucleo familiare del richiedente valutata sulla base del valore Isee rilasciato e valido per l’anno 2022. Le domande devono essere trasmesse tramite posta elettronica certificata all’Enpaf entro il 15 dicembre 2022 e saranno esaminate secondo l’ordine cronologico di invio. L’iniziativa termina in ogni caso con l’esaurirsi dello stanziamento economico; pertanto, la presenza in graduatoria non garantisce l’attribuzione del contributo assistenziale. Ulteriori informazioni relative ai requisiti di accesso e per scaricare il modulo di domanda, sono disponibili a questo link

Da ultimo, ma non ultimo, l’Enpaf informa che sono state pubblicate nella pagina dedicata del sito istituzionale Enpaf le graduatorie provvisorie per l’assegnazione del contributo una tantum per gli iscritti titolari o soci di farmacie rurali per l’anno 2022. La graduatoria definitiva verrà pubblicata al termine dell’esame degli eventuali ricorsi proposti entro il 25 novembre 2022 e la procedura di liquidazione verrà attivata contestualmente alla pubblicazione della graduatoria definitiva. Questo il link per visualizzare la graduatoria delle domande accolte e l’elenco delle esclusioni.

Print Friendly, PDF & Email
Facebook
LinkedIn