Vaccino antiflu, anche quest’anno i cittadini possono farlo nella farmacia sotto casa

Vaccino antiflu, anche quest’anno i cittadini possono farlo nella farmacia sotto casa

Roma, 14 novembre – Per il secondo anno consecutivo, tutte le farmacie italiane (con l’eccezione di quelle che operano in regioni del Paese dove gli accordi non sono stati ancora perfezionati) prenderanno parte attiva alla vaccinazione antinfluenzale.  I cittadini potranno così proteggersi dall’influenza facendosi somministrare il vaccino nell’esercizio di fiducia, a pochi passi da casa, da farmacisti formati ad hoc.

A ricordarlo, in un’intervista all’agenzia Adnkronos Salute, è il segretario nazionale di Federfarma Roberto Tobia (nella foto),  precisando che “la situazione è abbastanza chiara in tutta Italia, con la possibilità, per gli aventi diritto, di immunizzarsi gratuitamente” e, allo stesso tempo, “vaccinarsi anche con i richiami anti Covid”.

“C’è qualche situazione ancora da definire”  ricorda però Tobia “in primis  in Calabria, dove non c’è ancora l’accordo regionale, ma chi acquista il vaccino di tasca propria, può farsi comunque vaccinare. C’è un problema simile in Sardegna, dove l’accordo con la Regione potrebbe chiudersi questa settimana, come del resto anche in Friuli Venezia Giulia. C’è una situazione anomala nelle province autonome di Trento e Bolzano dove la provincia di Trento non può vaccinare mentre può farlo Bolzano. L’eccezione più importante è forse la Puglia dove non si è riusciti ad arrivare ad un accordo regionale. Ci sono piccole sacche di resistenza ma a livello nazionale c’è uniformità“.

L’appello dei farmacisti ai cittadini è a “vaccinarsi, soprattutto i soggetti a rischio. Ricordiamoci che nel nostro Paese – conclude Tobia – ogni anno si registrano tra i 4mila e i 6mila decessi per le complicanze dell’influenza. Prevenire è fondamentale”.

Print Friendly, PDF & Email