Pharmaexpo, non solo confronto tra imprese e professione ma anche formazione

Pharmaexpo, non solo confronto tra imprese e professione ma anche formazione

Roma, 28 novembre – “Pharmexpo è un evento leader del settore farmaceutico nel Mezzogiorno ed è un grande riferimento anche a livello nazionale. È sempre stata una fiera all’insegna dell’innovazione e dà molta importanza alla convegnistica, segnale dell’alto contributo che viene dato a livello istituzionale e scientifico. Senza dimenticare il fulcro della manifestazione: lo scambio tra farmacisti e la promozione del mercato”.

Così  Marta Schifone (a destra nella foto), componente delle Commissioni Lavoro pubblico e privato e Affari sociali della Camera dei deputati, nonché farmacista, intervenuto all’inaugurazione della quattordicesima edizione di Pharmexpo alla Mostra d’Oltremare di Napoli, ha definito la manifestazione che anche quest’anno ha messo in contatto  250 aziende espositrici con  i farmacisti del Centro sud. L’esponente di Fratelli d’Italia ha anche evidenziato la grande attenzione della destra per questa professione: “Il farmacista è presidio territoriale, radicamento, appartenenza, ed è sempre a sostegno del benessere e della salute degli italiani”.

Per Ugo Trama, direttore politiche del farmaco della Regione Campania (primo da sinistra nella foto), “Pharmexpo è un evento annuale di grande importanza perché mette a confronto la parte imprenditoriale con la parte sanitaria e professionale del mondo della farmacia. Oltretutto è un grande sbocco di natura economica per la Regione Campania. Sono sempre contento di partecipare e di vedere che poi c’è un confronto su quelle che sono le attività sanitarie. Le farmacie hanno dimostrato in questo periodo, con la pandemia specialmente, di essere un presidio di prossimità di grande importanza sul territorio”.

Grande apprezzamento per la manifestazione è arrivato anche da Vincenzo Santagada, assessore alla Salute del Comune di Napoli e presidente dell’Ordine dei farmacisti partenopeo (al centro nella foto), che le attribuisce un ruolo importante perché permette di confrontarsi  “su dove sta andando il mondo della farmacia, ma rappresenta anche un momento e una culla per la formazione che è importante soprattutto in questo momento in cui è cambiato e sta cambiando sempre di più il ruolo del farmacista e della farmacia come centro di prossimità della salute”.

A Napoli per l’edizione 2022 di Pharmexpo erano presente, come di consueto, anche i rappresentanti di Federfarma. “Oggi abbiamo una farmacia”  ha evidenziato il tesoriere nazionale Michele Pellegrini Calace (secondo da destra nella foto) “dal rinnovato ruolo sanitario che per anni era stato messo da parte per una percezione di esercizio di un’attività solo commerciale, quale non è mai stata. La farmacia oggi, ed è sotto gli occhi di tutti, offre ai cittadini servizi sanitari importanti nell’ambito della prevenzione. La farmacia afferma sempre più un ruolo sanitario anche grazie alla sua territorialità”.

Sulla stessa falsariga l’intervento del presidente di Federfarma Napoli, Riccardo Iorio (secondo da sinistra nella foto), secondo il quale “la farmacia di servizio è ormai una realtà e partirà a breve realmente. Con il nostro lavoro potremo decongestionare gli ospedali senza mai sostituirci alla figura del medico, ma collaborando in un percorso alternativo. Ben venga questa farmacia dei servizi: noi siamo sempre pronti a qualunque innovazione”.
Print Friendly, PDF & Email
Facebook
LinkedIn