Consulta, la sentenza: “L’obbligo vaccinale per i sanitari non è sproporzionato”

Consulta, la sentenza: “L’obbligo vaccinale per i sanitari non è sproporzionato”

Roma, 2 dicembre – C’è voluta un’intera giornata (quella di ieri) in Camera di consiglio, ma alla fine i 15 giudici della Consulta si sono espressi sulla questione, sollevata in diverse sedi giurisdizionali (tribunali, Tar e Consiglio di giustizia amministrativa) con la richiesta di “bocciare” i due decreti del governo Draghi sull’obbligo di vaccinazione per chi esercita una professione sanitaria. La sentenza non sembra lasciare spazio a equivoci di sorta: la Corte costituzionale ha infatti ritenuto inammissibile, per ragioni processuali, la questione relativa all’impossibilità, per gli esercenti le professioni sanitarie che non abbiano adempiuto all’obbligo vaccinale, di svolgere l’attività lavorativa, quando non implichi contatti interpersonali.

La Consulta non ha riscontrato effettive ragioni di violazione costituzionale nei casi che sono arrivati alla sua attenzione e ha reso nota la sua decisione – in attesa del deposito delle sentenze – con uno stringato comunicato dell’Ufficio comunicazione e stampa, che riportiamo qui di seguito: “La Corte ha ritenuto inammissibile, per ragioni processuali, la questione relativa alla impossibilità, per gli esercenti le professioni sanitarie che non abbiamo adempiuto all’obbligo vaccinale, di svolgere l’attività lavorativa, quando non implichi contatti interpersonali. Sono state ritenute invece non irragionevoli, né sproporzionate, le scelte del legislatore adottate in periodo pandemico sull’obbligo vaccinale del personale sanitario.  Ugualmente non fondate, infine, sono state ritenute le questioni proposte con riferimento alla previsione che esclude, in caso di inadempimento dell’obbligo vaccinale e per il tempo della sospensione, la corresponsione di un assegno a carico del datore di lavoro per chi sia stato sospeso; e ciò, sia per il personale sanitario, sia per il personale scolastico”.

Print Friendly, PDF & Email
Facebook
LinkedIn