Aifa, aggiornamento degli elenchi dei medicinali omeopatici al 31 dicembre 2022

Aifa, aggiornamento degli elenchi dei medicinali omeopatici al 31 dicembre 2022

Roma, 24 gennaio – L’Aifa rende noto di aver provveduto all’aggiornamento degli elenchi dei medicinali omeopatici autorizzati alla commercializzazione sul territorio italiano alla data del 31 dicembre 2022, con riferimento ai prodotti che ricadono nella disciplina della legge 190/2014, art. 1, comma 590 e della legge 160/2019, art. 1, comma 464.

Gli aggiornamenti riguardano:

l’ elenco delle confezioni dei medicinali omeopatici per i quali è stata rilasciata l’Aic secondo la procedura sopracitata e per i quali la valutazione del dossier depositato in Aifa si è conclusa positivamente nel periodo 2016-2022;

l’elenco delle confezioni autorizzate nel corso del 2022, pur se ricomprese nell’elenco cumulativo degli anni 2016-2022;

l’elenco dei medicinali omeopatici autorizzati alla commercializzazione ope legis in accordo alle previsioni della legge 160/2019 nelle more della valutazione del dossier da parte dell’Agenzia.

Gli elenchi pubblicati identificano i prodotti omeopatici che possono essere presenti in commercio.

L’agenzia regolatoria nazionale che per i medicinali omeopatici che hanno ottenuto l’Aic, fino al termine della commercializzazione delle scorte, è possibile trovare sul mercato confezioni nelle quali non è indicato il numero di Aic e le informazioni non sono aggiornate con quelle autorizzate nel provvedimento autorizzativo.

Per maggiori dettagli, l’agenzia suggerisce di far riferimento anche alle precedenti comunicazioni già pubblicate sul sito Aifa, poiché riportano informazioni utili per gli operatori del settore e per i titolari dei medicinali omeopatici per l’individuazione del possesso o meno di tutti i requisiti previsti dall’art. 16 del D.lgs. 219/2006, ai fini degli adempimenti previsti in fase post autorizzazione.

Gli elenchi sono oggetto di aggiornamento periodico e sono raggiungibili  a questo link.

Print Friendly, PDF & Email
Facebook
LinkedIn