banner
lunedì 26 Febbraio 2024
banner

Covid, variante Acrux in crescita nelle ultime settimane, Oms la mette sotto monitoraggio

banner

Roma, 22 maggio – L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha inserito la variante XBB.2.3 di Sars-CoV-2, ribattezzata Acrux dagli esperti sui social, fra le varianti Covid sotto monitoraggio (Vum), dopo la rilevante crescita registrata nell’arco di cinque settimane, passando da 1,8% del totale sequenze rilevate nel mondo a 4,64% (ultimo dato, relativo al 24-30 aprile). A spiegarlo è la stessa agenzia sanitaria dell’Onu nel suo ultimo aggiornamento settimanale su Covid.

Al momento l’Oms ha come “osservate speciali” due varianti Covid, considerate varianti d’interesse (Voi): la prima è Kraken (XBB.1.5) che, sebbene sia ancora la più rilevata nel mondo (in 110 Paesi), ha un trend ormai in calo da settimane ed è scesa al 43,8% sul totale sequenze nella settimana 17 (dal 24 al 30 aprile 2023); l’altra è Arturo (XBB.1.16) che invece continua a crescere e, nella stessa settimana, è a quota 11,6%, segnalata da 49 Paesi.

Le evidenze disponibili, spiega l’Oms, “non mostrano un aumento della gravità per i lignaggi discendenti di XBB. Uno studio epidemiologico condotto a Singapore per valutare la gravità delle varianti di Sars-CoV-2 in 3.798 partecipanti, non ha trovato significative differenze nell’infezione da Covid o negli esiti dei ricoveri tra i lignaggi discendenti di XBB, incluso Arturo e Kraken”. Inoltre, un recente studio di laboratorio ha mostrato che XBB.1.16 e XBB.1.5 hanno simili caratteristiche di immunoevasione. Oltre ad Acrux, tra le varianti sotto monitoraggio hanno mostrato tendenze in aumento nelle ultime settimane Hyperion (XBB.1.9.1), che nella settimana 17 pesa per il 13,9% delle sequenze depositate; XBB Gryphon (9,85%) e XBB.1.9.2 (4,1%).

Print Friendly, PDF & Email

banner
Articoli correlati

i più recenti

I più letti degli ultimi 7 giorni